Copertina La conquista della lontananza

Acquista:

a stampa € 19,00
e-book € 13,99
Formato:  ePub
collana "Intersezioni"
pp. 352, Brossura, 978-88-15-38803-2
anno di pubblicazione 2024

FRANCO BREVINI

La conquista della lontananza

Viaggi, incontri, scoperte

Dal Polo Nord a Capo Horn, dal Sahara all’Himalaya, dalle giungle tropicali agli arcipelaghi del Pacifico, le storie di donne e di uomini che, mettendosi in viaggio, hanno cambiato la loro vita e a volte anche la nostra

Muoversi sul nostro Pianeta e, negli ultimi decenni, anche fuori di esso, è una delle grandi esperienze della nostra specie. Migrazioni, esplorazioni, traversate: dalla prima uscita dall’Africa al turismo spaziale, da Erodoto ai tour operator, ciò che chiamiamo viaggio è incessantemente mutato attraverso i tempi nella sua dimensione culturale e simbolica. Franco Brevini, studioso ma anche viaggiatore di lungo corso, ci guida tra viaggi reali e fantastici, cammini di fede e imprese mercantili, vacanze, pedestrian tour, mode esotiche. Una lettura avvincente che ci mette in contatto con la nostra natura di viaggiatori, invitandoci a spingere la nostra immaginazione un poco più in là, a mescolarci al mondo, a esplorare le frontiere della lontananza.

Franco Brevini insegna Letteratura italiana nell’Università di Bergamo e collabora al «Corriere della Sera». Tra i suoi libri più recenti ricordiamo: «La letteratura degli italiani» (2011); «L’invenzione della natura selvaggia» (2013); «Così vicini, così lontani» (2017); «Abbiamo ancora bisogno degli intellettuali?» (2021). Con il Mulino: «Alfabeto verticale» (2015), «I simboli della montagna» (2018) e «Il libro della neve» (2019).

Nato con la valigia. Breve prologo autobiografico
Introduzione. Il labirinto dei viaggi
I. Homo viator si orienta. Viaggi, mappe e rappresentazioni
II. Navigare necesse est. Nella sfera dell’economico
III. Darkness. Colonialismo e letteratura
IV. Partono i bastimenti. I viaggi degli emigranti
V. «Le cose più meravigliose e più notabili che si trovano al mondo». Viaggi e conoscenza
VI. Ars apodemica. I viaggi di studiosi e scienziati
VII. Viaggi, idee, merci, souvenir. Gli oggetti dell’altrove
VIII. «Pellegrin che vien da Roma». I viaggi della fede
IX. «È arrivato l’ambasciatore!». I viaggi della diplomazia
X. Partire è un po’ morire. Tempeste e naufragi
XI. Cannibali e pirati. Dalla guerra di corsa a Captain Phillips
XII. Lupi, valanghe, briganti. I pericoli delle strade
XIII. Perdita, prova, trasformazione, nostalgia. Le dinamiche della lontananza
XIV. «Io nel pensier mi fingo». La soggettivizzazione del viaggio
XV. Dall’Isola-che-non-c’è al lost world. Il viaggio immaginario
XVI. Guidebook. Le guide di viaggio dai Baedeker ai siti web
XVII. Voyage de plaisir. Il Grand Tour e la nascita del turismo
XVIII. When the Going Was Good. Dalle élite ai grandi numeri
XIX. Uomini in fuga. Profughi, pittori e downshifters
XX. Una bellezza nuova. La velocità e la rivoluzione dei trasporti
XXI. San Tommaso e il turismo. Il viaggio e il corpo
XXII. La costruzione del viaggio. Ognuno a suo modo
XXIII. Col cavallo di san Francesco. Il successo dell’andare a piedi
XXIV. Pedestrian tour. La lunga storia del camminare
XXV. Accrescimento e distruzione. Le ambivalenze del viaggio

Leggi anche

copertina Anime creative
copertina Meravigliose creature
copertina Generare libertà
copertina Punizione