Copertina Il comunismo in una regione sola?

Acquista:

prezzo di copertina € 36,00
a stampa € 28,80
collana "Fuori collana"
pp. 520, Brossura, 978-88-15-38325-9
anno di pubblicazione 2023

LUCA BALDISSARA, PAOLO CAPUZZO (a cura di)

Il comunismo in una regione sola?

Prospettive di storia del Pci in Emilia-Romagna

L’esperienza comunista in Emilia-Romagna, pur considerata rilevante dalla letteratura scientifica italiana e straniera, non è stata finora oggetto di studi approfonditi. Se abbondano gli stereotipi sulla «regione rossa» e sul «modello emiliano», manca un tentativo di storicizzazione di ampio respiro. In occasione del centenario della nascita del Partito comunista, questo volume si propone di colmare tale lacuna, individuando alcune questioni chiave della storia del Pci emiliano-romagnolo e fornendo linee interpretative che attraversano tutto il Novecento. L’obiettivo è restituire l’intreccio dei tragitti individuali e collettivi, la dialettica tra differenti spazi dell’azione politica e istituzionale (locali, regionali, nazionali, transnazionali), le linee di continuità e di frattura nella storia della regione e del comunismo emiliano. Gli autori di questa ricerca, per molti aspetti innovativa, si sono avvalsi di indagini documentarie condotte negli archivi locali e nazionali del Pci, nell’Archivio Centrale dello Stato, negli archivi dell’UE di Fiesole, del Comintern di Mosca e in altri ancora.

Luca Baldissara insegna Storia contemporanea all’Università di Bologna. Si occupa di storia amministrativa e delle istituzioni, di storia della guerra e della Resistenza, di storia del lavoro e dei conflitti sociali, di giustizia di transizione. Paolo Capuzzo insegna Storia contemporanea all’Università di Bologna. Si occupa di storia dei consumi e delle culture alimentari, storia del comunismo italiano e internazionale.

Premessa, di Luca Baldissara e Paolo Capuzzo
PARTE PRIMA: QUESTIONI STORICHE E STORIOGRAFICHE
Per una storia dell’esperienza comunista in Emilia-Romagna, di Luca Baldissara
La genesi internazionale della prima classe dirigente comunista in Emilia-Romagna, di Paolo Capuzzo
PARTE SECONDA: POLITICA E RAPPORTI DI FORZA
«Rispondere con la disciplina alla disciplina, con le armi alle armi». I comunisti di fronte all’uso della forza (1921-1945), di Andrea Ventura
Repressione, eversione e uso consapevole della forza. I comunisti e la violenza (1943-1984), di Toni Rovatti
L’Emilia-Romagna: un «laboratorio» dell’anticomunismo nel lungo dopoguerra?, di Federico Creatini
PARTE TERZA: IL PARTITO IN UNA SOCIETÀ IN TRASFORMAZIONE
«Un’altra dimensione del mondo». Azione politica femminile e relazioni di genere nel comunismo emiliano-romagnolo (1943-1991), di Teresa Malice
Al governo dello sviluppo. Industrialismo, comunismo e conflitto dalla Ricostruzione all’autunno caldo, di Bruno Settis
PARTE QUARTA: GOVERNO DEL TERRITORIO E SPAZI DELLA POLITICA
Territorio, Europa, comunismo. Il Pci emiliano-romagnolo tra dimensione regionale e orizzonte internazionale (1975-1991), di Roberto Ventresca
Dal Cile alla Polonia: solidarietà internazionale e democrazia nella cultura politica del Pci tra anni Settanta e Ottanta, di Marica Tolomelli
Indice dei nomi
Sigle e abbreviazioni
Gli autori

Leggi anche

copertina La classe politica italiana
copertina Comunità contro individualismo
copertina Sud/Nord
copertina Dodici