Fino al 25 luglio -30% sugli e-book / -5% sui libri
spedizione gratuita per corriere a partire da € 32
.

FEDERICO TENCA MONTINI

La Jugoslavia e la questione di Trieste. 1945-1954

Quali sono stati gli obiettivi della diplomazia jugoslava nella gestione della questione di Trieste, decennale disputa territoriale che ha costituito una delle principali controversie di politica estera europea nel secondo dopoguerra? Il volume, frutto di approfondite ricerche nei principali archivi dell’ex Jugoslavia, chiarisce finalmente aspetti che le numerose ricostruzioni finora esistenti hanno potuto soltanto ipotizzare congetturalmente. Il lavoro, che oltre all’ampia mole di documenti inediti si giova di una ricca bibliografia, si sviluppa in tre capitoli che prendono le mosse dai momenti di principale discontinuità della storia jugoslava nel periodo di riferimento: la liberazione di Trieste nel maggio 1945, l’espulsione dal Cominform nel 1948 e l’emanazione, l’8 ottobre 1953, della Nota bipartita, la decisione angloamericana di sciogliere il Territorio Libero di Trieste ripartendo le due Zone di cui era composto tra Roma e Belgrado.

Federico Tenca Montini è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Trieste e collabora con l’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione di Udine e con il Dipartimento di Storia dell’Università di Zagabria. È autore della monografia «Fenomenologia di un martirologio mediatico. Le foibe nella rappresentazione pubblica dagli anni Novanta a oggi» (Udine, 2014) e di saggi pubblicati in riviste scientifiche peer-reviewed in italiano, croato e inglese.

Prefazione, di Jože Pirjevec
Introduzione
Nota linguistica
Sigle e abbreviazioni
Cartine
I. Scambi di monete (1945-1948)
1. La liberazione di Trieste
2. Gli Accordi di Belgrado e Duino
3. La Zona B
4. La visita della Commissione interalleata nel 1946
5. La Conferenza di pace
6. L’accordo Tito-Togliatti
7. La (non) nomina del Governatore
8. La Dichiarazione tripartita, ovvero il Governatore non ci sarà
II. Socialismo con grano americano (1948-1953)
1. L’espulsione dal Cominform e le sue conseguenze internazionali e locali
2. La Jugoslavia guarda a Occidente
3. La trattativa Bebler-Guidotti
4. Il «condominio»
5. L’Accordo di Londra
6. La visita di Eden in Jugoslavia
7. Il Patto balcanico e la Comunità europea di difesa
8. Due cenci umani
9. «La marcia della Jugoslavia sulla Zona A» (maggio-settembre 1953)
III. «Non ci fideremo più di nessuno» (1953- 1954)
1. Il governo Pella e la Nota bipartita
2. Il sorriso di Tito
3. I disordini triestini dell’autunno 1953
4. Verso la soluzione
5. La Conferenza di Londra
6. Verso il Memorandum di Londra
Conclusioni. La fine della questione di Trieste, l’inizio di una nuova fase per la politica estera jugoslava
Appendice
Fonti e bibliografia
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 26,00
collana "Percorsi"
pp. 320, Brossura, 978-88-15-28686-4
anno di pubblicazione 2020

Leggi anche

copertina Una guerra a parte
copertina Storia sociale della bicicletta
copertina Intellettuali
copertina Qohelet