MASSIMO LIVI BACCI

In cammino

Breve storia delle migrazioni

Spostarsi sul territorio è una prerogativa dell’essere umano, che ha permesso la sopravvivenza dei cacciatori e dei raccoglitori, la dispersione della specie nei continenti, la diffusione dell’agricoltura. Il volume ripercorre la storia delle migrazioni come fattore di sviluppo delle società, dalle «onde di avanzamento» di popoli in aree vuote o sparsamente insediate ai movimenti di massa dell’età contemporanea e alle prospettive dei flussi migratori. Nel contesto attuale di crisi si fa urgente la costruzione di regole condivise e di forme di governo sopranazionale dei flussi, come suggerito dal Patto Globale sulle migrazioni promosso dalle Nazioni Unite e approvato nel 2018.

Massimo Livi Bacci, professore emerito dell’Università di Firenze, è Socio dell’Accademia dei Lincei. Tra i suoi libri con il Mulino: «Storia minima della popolazione del mondo» (20165), «Conquista. La distruzione degli indios americani» (2005), «Eldorado nel pantano» (2008), «Avanti giovani, alla riscossa» (2008), «Amazzonia. L’impero dell’acqua» (2012), «Il pianeta stretto» (2015).

Premessa
I. L’onda di avanzamento e le migrazioni lente
II. Selezione e riproduzione. L’effetto fondatore
III. Spostamenti preordinati
IV. Tre secoli: 1500-1800
V. Un cambio di passo: 1800-1913
VI. L’ultimo secolo: il ciclo s’inverte. 1914-2010
VII. Tre globalizzazioni, le migrazioni e l’affermarsi dell’America
VIII. Tormentato presente, incerto futuro: 2010- 2050
IX. In cammino, con ordine
Appendice
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 13,00
e-book € 9,49
Formato:  ePub , Kindle
collana "Universale Paperbacks il Mulino"
pp. 168, 978-88-15-28527-0
anno di pubblicazione 2019

Leggi anche

copertina Le sette parole di Cristo
copertina Hereford
copertina Cassa Depositi e Prestiti
copertina Brexit