Fino al 25 luglio -30% sugli e-book / -5% sui libri
spedizione gratuita per corriere a partire da € 32
.

TIZIANO BONAZZI

La rivoluzione americana

La Rivoluzione americana, a lungo giudicata una nonrivoluzione rispetto a quelle francese e sovietica oppure, oltreatlantico, la vera realizzazione della libertà, viene oggi studiata come un evento complesso e discordante percorso da conflitti sociali ed etnici, nonché una guerra civile e una interna al continuo scontro fra gli imperi europei. Essa non diede vita alla democrazia, perché le élite riuscirono a bloccare l’avanzata delle classi inferiori provocata dal loro forte ruolo politico e militare. Tuttavia fece sorgere uno stato liberale di decisa impronta illuminista, fondato sul consenso e sui diritti dei cittadini, almeno di quelli bianchi e maschi. Fu l’inizio della nostra modernità politica, delle sue conquiste e contraddizioni.

Tiziano Bonazzi è professore emerito dell’Università di Bologna, dove ha insegnato Storia e istituzioni dell’America del Nord. Con il Mulino ha di recente pubblicato «Abraham Lincoln. Un dramma americano» (2016).

Quasi un’introduzione
I. Dal mito politico alla storia
II. Britannici, parrebbe
III. Danni collaterali
IV. Una crisi irrisolvibile
V. 1776
VI. Guerra
VII. Confederazione
VIII. Il processo costituente
IX. Costituzione
X. Ratifica
XI. Consenso e potere
Conclusioni
Bibliografia
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 14,00
e-book € 9,99
Formato:  Kindle , ePub
collana "Universale Paperbacks il Mulino"
pp. 200, Brossura, 978-88-15-27522-6
anno di pubblicazione 2018

Leggi anche

copertina La Lega di Salvini
copertina Democrazia ed economia
copertina Il vicolo cieco
copertina Il tramonto della Repubblica dei partiti