Copertina La Repubblica partigiana della Carnia e dell'Alto Friuli

Acquista:

a stampa € 28,00
collana "Fuori collana"
pp. 336, Brossura, 978-88-15-24419-2
anno di pubblicazione 2013

ALBERTO BUVOLI, GUSTAVO CORNI, LUIGI GANAPINI, ANDREA ZANNINI (a cura di)

La Repubblica partigiana della Carnia e dell'Alto Friuli

Una lotta per la libertà e la democrazia

La Repubblica partigiana della Carnia e dell’Alto Friuli fu forse la più importante, oltre che la più vasta, tra le repubbliche partigiane sorte in Italia nel 1944. Grazie al contributo di tutte le forze politiche della Resistenza vi si sperimentò un eccezionale spazio di libertà e partecipazione popolare, dando una prima forma ad alcune delle future conquiste dell’Italia democratica. Si trattò di un’esperienza unica, che in queste pagine viene ricostruita nella prospettiva lunga dell’Italia unita, avvalendosi di nuovi documenti e delle più recenti tematiche storiografiche, inserendo la sua vicenda nel contesto più ampio delle analoghe esperienze dell’Europa occidentale e orientale. Raccontare e analizzare i fatti, le figure, l’eredità di quel tempo ha l’obiettivo di recuperare e consolidare la coscienza di come, nei momenti più duri della guerra, si costruirono le basi della Repubblica e della Costituzione.

Alberto Buvoli è direttore dell’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione e della rivista «Storia contemporanea in Friuli». Tra le sue pubblicazioni ricordiamo «Atlante storico della lotta di liberazione nel Friuli Venezia Giulia. Una resistenza di confine 1943-1945» (con Franco Ceccotti, 2006).  Luigi Ganapini ha insegnato Storia contemporanea nelle Università di Trieste e di Bologna. Tra le sue pubblicazioni: «La repubblica delle camicie nere» (1999); «Storia dell’Italia unita» (con Alberto De Bernardi, 2010); «Voci dalla guerra civile. Italiani nel 1943-1945» (Il Mulino, 2012). Gustavo Corni è professore ordinario di Storia contemporanea nell’Università di Trento. Tra le pubblicazioni più recenti: «Popoli in movimento» (2009); «Fascismo. Condanne e revisioni» (2011); «Raccontare la guerra. La memoria organizzata» (2012). Andrea Zannini insegna Storia moderna nell’Università di Udine ed è responsabile scientifico del progetto «Repubblica della Carnia 1944. Le radici della libertà e della democrazia». Tra le sue ultime pubblicazioni, «Venezia città aperta. Gli stranieri e la Serenissima XIV-XVIII sec.» (2009).
 

Leggi anche

copertina Gli errori del manager
copertina La vita delle parole
copertina Storia culturale degli ebrei
copertina Radiodays