FILIPPO ANDREATTA

Alla ricerca dell'ordine mondiale

L'Occidente di fronte alla guerra

Guerra in Iraq e attentati in tutto il mondo: il panorama internazionale non potrebbe essere più fosco. Dopo l'11 settembre, le divisioni politiche hanno impedito una visione strategica comune mentre il sanguinoso "dopoguerra" iracheno rappresenta un ulteriore dramma per gli stati e le coscienze. Questo volume delinea alcuni possibili scenari per uscire dal caos e ripristinare un ordine internazionale fondato sulla cooperazione multilaterale. Dopo aver chiarito alcuni presupposti della stabilità internazionale e aver descritto i vari tipi di ordine succedutisi nella storia, l'autore discute l'attuale condizione del sistema internazionale e le prospettive di stabilizzazione, la nuova politica americana e le sue conseguenze, le mutazioni del terrorismo internazionale e le strategie di risposta, il ruolo dell'Onu e dell'Europa, la scelta tra democratizzazione forzata e consolidamento delle istituzioni internazionali. La ricostruzione di un ampio consenso, sia all'interno del campo democratico sia all'esterno, è necessaria per rafforzare un ordine mondiale stabile e per consolidare la transizione in quei paesi che catalizzano l'instabilità.

Filippo Andreatta insegna Scienza della politica e Politica internazionale nell'Università di Parma. Con il Mulino ha già pubblicato: "Istituzioni per la pace. Teoria e pratica della sicurezza collettiva da Versailles alla ex Jugoslavia" (2000) e "Mercanti e guerrieri. Interdipendenza economica e politica internazionale" (2001).

Acquista:

a stampa € 10,50
collana "Contemporanea"
pp. 160, 978-88-15-09741-5
anno di pubblicazione 2004

Leggi anche

copertina Il potere, lo stato, la libertà
copertina Le relazioni internazionali
copertina Mercanti e guerrieri
copertina Le grandi opere delle relazioni internazionali