Copertina Amministrazione, formazione e professione: gli ingegneri in Italia fra Sette e Ottocento

Acquista:

prezzo di copertina € 30,99
a stampa € 24,79
collana "Monografie dell'Istituto storico italo-germanico in Trento"
pp. 552, 978-88-15-07665-6
anno di pubblicazione 2000

LUIGI BLANCO

Amministrazione, formazione e professione: gli ingegneri in Italia fra Sette e Ottocento

Fondato in Trento nel 1973, su iniziativa di Hubert Jedin e Paolo Prodi, l'Istituto storico italo-germanico, attualmente ITC-isig (Centro per gli studi storici italo-germanici) è un centro di ricerca dell'Istituto Trentino di Cultura che opera in stretto contatto con le strutture universitarie e accademiche dell'area culturale germanica e italiana. L'impegno di ricerca dell'ISIG è concentrato principalmente sulla storia costituzionale comparata in area italiana e tedesca, sulle istituzioni ecclesiastiche e la storia della mentalità e della cultura (sacro e profano), sullo studio del fenomeno "scienza moderna". Con il Mulino pubblica un annuario ("Annali") e tre collane di volumi: Monografie, Quaderni, Contributi/Beiträge.

Dall'"arte" alla "professione": sono questi i due termini che illustrano meglio il senso della trasformazione che investe la professione dell'ingegnere, nel più ampio processo di amministrativizzazione degli Stati moderni. Analizzando le molteplici sfaccettature di questa trasformazione, con attenzione al versante pubblico della professione, i contributi raccolti nel presente volume si soffermano sulle fasi di gestazione della moderna figura dell'ingegnere e sulle differenti tradizioni formative e professionali della penisola. Pur assegnando al dato e alla dinamica istituzionale un rilievo particolare, il tema della professionalizzazione della figura dell'ingegnere, e del ruolo di quest'ultimo nell'amministrazione e nella società, è affrontato nei diversi saggi da differenti punti di vista: scientifico-disciplinare, formativo-istituzionale, socio-amministrativo, biografico-professionale. Nel complesso emerge con forza il ruolo centrale svolto dall'intervento statale, ruolo che diventa ancor più incisivo in epoca napoleonica.

Luigi Blanco è ricercatore di Storia delle istituzioni all'Università di Trento. Per il Mulino ha già pubblicato Stato e funzionari nella Francia del Settecento: gli "ingénieurs des ponts et chaussées" (Bologna, 1991). Si occupa attualmente del processo di formazione e consolidamento dello Stato moderno nell'Occidente europeo.

Leggi anche

copertina Il delitto Matteotti
copertina Curarsi con l'Intelligenza Artificiale
copertina Libertà contro libertà
copertina Andare per l'Italia razionalista