Copertina La fede armata

Acquista:

prezzo di copertina € 26,00
a stampa € 20,80
e-book € 17,99
Formato:  ePub
collana "Saggi"
pp. 328, Brossura, 978-88-15-29515-6
anno di pubblicazione 2022

LUCIA CECI

La fede armata

Cattolici e violenza politica nel Novecento

Nel corso del Novecento in diverse aree del mondo, dall’Irlanda del Nord ai Paesi Baschi, dalle Filippine alla Colombia, dal Messico al Ruanda, i cattolici hanno legittimato l’esercizio della violenza come forma organizzata di lotta a fini politici. Rappresentazioni simboliche, mistiche del sacrificio, fonti teologiche della tradizione cristiana hanno fornito a individui e gruppi repertori e motivazioni per giustificare il ricorso alla violenza insurrezionale, nella convinzione che la scelta armata fosse non solo legittima, ma obbligatoria: per difendere istituzioni e valori ritenuti irrinunciabili o per promuovere trasformazioni radicali della vita pubblica. Analizzando una pluralità di casi su scala globale – dai cristeros messicani ai preti guerriglieri, dalla rivolta ungherese del 1956 ai troubles, dagli agli anni del terrorismo alle lotte antiabortiste – Lucia Ceci indaga il rapporto culturale del cattolicesimo con l’esercizio della violenza in un’epoca caratterizzata da mutuazioni e ibridazioni tra registri religiosi e prospettive politiche.

Lucia Ceci insegna Storia contemporanea nell’Università di Roma Tor Vergata. Tra i suoi libri più recenti: «Il papa non deve parlare. Chiesa, fascismo e guerra d’Etiopia» (Laterza, 2010), «L’interesse superiore. Il Vaticano e l’Italia di Mussolini» (Laterza, 20192, trad. in inglese).

Introduzione
I. Mistiche del sacrificio e violenza politica
1. Passione e risurrezione in Irlanda
2. Tra dottrina, opinione pubblica e politica
3. Un popolo di santi
4. Squadrismo, violenza, obbedienza
II. Tradizione e ribellione in Messico
1. Contro lo Stato laico
2. Intransigenti insorgenti
3. Cristeros
4. In difesa della fede
III. L’insurrezione sacralizzata
1. Crociata e terrore in Spagna
2. Una lotta universale in un campo di battaglia nazionale
3. La Chiesa combattente
4. El derecho a la rebeldía
5. La guerra santa e il Sant’Uffizio
IV. Rivoluzione e incitazione all’odio: il vaglio di Roma nella guerra totale
1. Lo scontro tra diavoli e i comunisti cattolici
2. La vera guerra cattolica
3. Eretico è chi odia
V. Guerra santa nella guerra fredda
1. Non rivoluzione, ma guerra
2. Una crociata per salvare l’Ungheria?
3. Mobilitazione globale
4. Il cerchio di ferro
VI. L’America Latina e la rivoluzione obbligatoria
1. La carità armata tra sociologia e guerriglia
2. Circolazioni transatlantiche
3. Teologia e rivoluzione
4. Violenza dei pacifici e mistica della guerriglia
5. Dalla liberazione ai diritti umani
VII. Parole e opere
1. La crescente distonia
2. Una componente cattolica alle origini delle Br?
3. Divisioni e infiltrazioni
4. L’inizio della fine
5. La «bomba Sands»
VIII. Il Ruanda tra colonia e post-colonia
1. Un «paese cattolico» nell’Africa nera
2. La Chiesa nella rivoluzione
3. La costruzione del nemico interno
4. Complicità e silenzi
IX. Fine della rivoluzione?
1. Rosari, non pallottole: il «miracolo» Aquino nelle Filippine
2. Luci dall’Est e moralità dei mezzi
3. Ambiguità e processo di pacificazione nei Paesi Baschi
4. Democrazia e politiche del terrore: il ventennio tragico del Perù
5. Armati per la vita: gli attacchi antiabortisti negli Stati Uniti
Conclusioni
Sigle
Indice dei nomi

Leggi anche

copertina Brevettare la salute?
copertina Antipolitica
copertina L'Occidente e la nascita di una civiltà planetaria
copertina Benedetta parola