Copertina Venerdì pesce

Acquista:

prezzo di copertina € 15,00
a stampa € 12,00
e-book € 10,99
Formato:  Kindle , ePub
collana "Intersezioni"
pp. 200, Brossura, 978-88-15-29176-9
anno di pubblicazione 2021

CLAUDIO FERLAN

Venerdì pesce

Digiuno e cristianesimo

«Il desiderio di cibo ha generato la disobbedienza, e il dolce gustare ha scacciato dal paradiso… Un ventre vuoto prepara a vegliare in preghiera, ma quello sazio conduce al sonno profondo»
Evagrio Pontico

Mangiare e non mangiare, cosa mangiare e cosa non mangiare, sono problemi che accompagnano tutta la storia del cristianesimo (e non solo). Digiuno e astinenza sono pratiche che affrancano lo spirito dagli appetiti corporali e avvicinano a Dio. Papi, cardinali, vescovi, teologi, canonisti hanno dunque scritto, predicato e sentenziato sul mangiare, ma spesso in maniera contraddittoria, perché il concetto stesso di cibo cambia nel tempo e nei luoghi. Astenersi dalla carne, bene: ma l’iguana è carne o pesce? E la vipera? E il cocomero è un cibo, ed è dunque proibito nel digiuno, oppure una bevanda? E il cioccolato? E sarà lecito annusare gli effluvi di una carne che viene cucinata? Nella confusione, i credenti si sono comportati seguendo la necessità, la coscienza, l’appetito. Una storia da meditare, oggi che il comandamento del digiuno e dell’astinenza è vitale più che mai, seppure in una dimensione non più religiosa, nella nostra società.

Claudio Ferlan è ricercatore nell’Istituto storico italo-germanico della Fondazione Bruno Kessler di Trento. Con il Mulino ha pubblicato «Dentro e fuori le aule. La Compagnia di Gesù a Gorizia e nell’Austria interna» (2013), «I gesuiti» (2015) e «Sbornie sacre, sbornie profane. L’ubriachezza dal Vecchio al Nuovo Mondo» (2018).

Antipasto. Dove si scrive del significato del digiuno e dell’astinenza in religione cristiana ma non solo e si espongono le ragioni che hanno spinto a scrivere questo libro.
Minestra. Dove si scrive partendo dal Terzo Millennio per risalire al primo secolo e procedere poi avanti nel tempo, tra miracolose rinunce, diete vegetariane, scelte carnivore, patologie sospette, arrabbiature e reazioni.
Porzione. Dove si scrive di norme giuridiche e regole teologiche, di tempi e autorità. Dove a proposito di astinenti e digiunatori si raccontano ragioni, dibattiti, ingredienti e ricette, dove si mangia, si beve e si fuma, si varca l’Oceano Atlantico e si ragiona di razionalità. Dove si conclude con le domande del cattolico del nostro tempo.
Pospasto. Dove si scrive della scansione del pasto, ma soprattutto di libri e documenti, senza i quali non racconteremmo alcuna storia.
Ringraziamenti
Indice dei nomi

Leggi anche

copertina Il fiero pasto
copertina Sud/Nord
copertina Dodici
copertina Senza veli