PAOLO GUERRIERI, PIER CARLO PADOAN

L'economia europea

Tra crisi e rilancio

La drammatica crisi generata dalla pandemia pone sfide inedite all’Europa. In questo libro, da una parte le principali tappe dell’integrazione con i suoi alti e bassi; dall’altra l’intreccio dei fattori alla base delle gravi crisi degli ultimi anni e le politiche introdotte fino alle attuali eccezionali misure. Solo una rinnovata presenza globale e la definizione di una politica di sviluppo inclusivo permetteranno all’Europa di trasformare le attuali difficoltà in un’opportunità di rilancio.

Paolo Guerrieri è visiting professor alla Business School dell’Università di San Diego, California e alla Paris School of International Affairs di SciencesPo. Ha curato con Carlo Dell’Aringa il volume «Inclusione, produttività e crescita» (Il Mulino, 2019). Pier Carlo Padoan ha insegnato Economia nella Sapienza Università di Roma. È stato ministro dell’Economia e delle Finanze dei governi Renzi e Gentiloni. Nel 2019 ha pubblicato con il Mulino «Il sentiero stretto... e oltre. Conversazione con Dino Pesole».

Introduzione
1. L’età d’oro
L’avvio del processo di integrazione e il boom della crescita.
Il circolo virtuoso delle economie comunitarie.
La forte crescita dell’integrazione attraverso gli scambi intracomunitari.
Le esternalità positive del sistema di Bretton Woods.
La favorevole collocazione internazionale dell’area comunitaria.
La svolta nella politica economica americana.
La ripresa dell’inflazione e l’aumento dei salari in Europa.
Primi segnali di rallentamento della crescita europea.
Dalla fine del sistema egemonico al primo shock petrolifero.
2. L’unificazione del mercato interno
Il netto rallentamento della dinamica di crescita dell’Europa.
L’assenza di una politica economica comune.
Le nuove divergenze all’interno dell’Europa.
La ripresa dell’area europea negli anni Ottanta.
Il Mercato unico europeo.
benefici economici dell’unificazione dei mercati in Europa.
L’impatto del mercato interno e la crescita dell’Europa.
3. La trasformazione digitale tra fine anni Novanta e inizio del nuovo secolo
Il nuovo paradigma tecnologico.
La deludente risposta europea.
Le difficoltà di aggiustamento. - Le rinnovate divergenze in Europa.
La necessità di una strategia di rilancio della crescita.
4. I primi dieci anni dell’euro
La prima fase dell’euro.
Si accumulano gli squilibri.
Differenziali di inflazione e produttività.
Cambio e tassi di interesse reali.
Gli scarsi risultati della Strategia di Lisbona.
Il mancato completamento del mercato interno.
Modello di crescita e unificazione monetaria.
5. L’allargamento a Est
L’allargamento: i fatti e le percezioni.
Le performance positive dell’Est.
Gli Ide e le catene del valore.
I timori e le paure dell’Europa occidentale.
Le sfide.
Consolidare l’allargamento.
6. La grande crisi
L’economia mondiale multipolare.
La tempesta perfetta.
La crisi in Europa.
L’intreccio tra crisi bancarie e crisi sovrane.
L’euro è salvo ma scoppia una seconda recessione.
7. Una crescita sostenibile e inclusiva
Asimmetrie e vincoli strutturali.
Fattori di lungo periodo.
Ripensare la politica per la crescita. - La ricerca del consenso.
Il Green Deal.
Una crescita inclusiva è possibile.
La crisi del coronavirus.
Le risposte alla crisi.
Integrazione e solidarietà.
8. L’Europa attore globale
Il rischio di un disordine tripolare.
Un ruolo rinnovato nel contesto globale.
Più mercato interno nella crescita.
Una politica commerciale estera più ambiziosa.
Una strategia comune verso la Cina.
Un rinnovato multilateralismo.
Politiche comuni per la competitività.
Una sfida a due livelli.
Per saperne di più

Acquista:

a stampa € 12,00
e-book € 6,49
Formato:  Kindle , ePub
collana "Farsi un'idea"
pp. 200, 978-88-15-28678-9
anno di pubblicazione 2020

Leggi anche

copertina Il concetto di minoranza religiosa dal diritto internazionale al diritto europeo
copertina L'attualità dei principi fondamentali della Costituzione dopo settant'anni
copertina Le donne di Dante
copertina Ei fu