Copertina Andare per parchi nazionali

Acquista:

a stampa € 12,00
e-book € 8,49
Formato:  Kindle , ePub
collana "Ritrovare l'Italia"
pp. 168, Brossura, 978-88-15-28081-7
anno di pubblicazione 2019

ANTONIO CANU

Andare per parchi nazionali

Scaturito da condizioni geografiche, morfologiche e climatiche molto particolari, lo straordinario patrimonio dei parchi nazionali italiani offre non soltanto bellezze naturali, ed esemplari rari di flora e fauna, ma comprende anche siti preistorici, aree archeologiche, chiese, palazzi nobiliari, borghi medievali, masserie, torri. Natura e cultura si intrecciano così in un paesaggio ricco di biodiversità e di vestigia uniche. L’itinerario fra i 24 parchi toccherà fra gli altri il Gran Paradiso, lo Stelvio, le Cinque Terre, le Foreste Casentinesi, i Monti Sibillini, il Circeo, il Vesuvio, il Pollino, l’Aspromonte, l’Asinara.

Antonio Canu, ambientalista e scrittore, è presidente di Wwf Oasi. Membro del Consiglio Direttivo della Federazione Italiana dei Parchi naturali, è anche Presidente di Wwf Travel. Scrive di natura e ambiente per alcune testate nazionali e regionali; ha pubblicato «Lettera a mia figlia sulla Terra» (Einaudi, 2001) e «Roma selvatica» (Laterza, 2015).

Il patrimonio naturale più ricco d’Europa
1. Attraversando le Alpi
Quel paradiso del Gran Paradiso.
La «wilderness » italiana: la Val Grande.
Scenari dalla «guerra bianca»: lo Stelvio.
A sud dei Monti Pallidi: le Dolomiti Bellunesi.
2. Lungo gli Appennini, la dorsale del nostro paese
Con lo sguardo verso il mare: il Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano.
Selve come luoghi di culto: le Foreste Casentinesi.
Nel mistero: i Monti Sibillini.
Al di là dei confini: il Gran Sasso.
Il parco dei lupi: la Majella.
Il parco per antonomasia: il Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise.
3. Dalla costiera tirrenica alla Sardegna e ritorno
Il Parco dell’Uomo: le Cinque Terre.
Il regno dei cetacei: il Parco dell’Arcipelago Toscano.
Tra le sabbie color corallo: il Parco dell’Arcipelago di La Maddalena.
L’isola degli asini bianchi: l’Asinara.
Il parco mai nato: il Gennargentu.
Dalle paludi al Circeo.
La forza del vulcano: il Vesuvio.
4. Dove i mari si fanno Mediterraneo
A difesa dal degrado: il Parco dell’Alta Murgia.
Sullo sperone d’Italia: il Gargano.
Tra i parchi più estesi: il Cilento, Vallo di Diano e Monti Alburni.
Tra sorgenti e giacimenti petroliferi: il Parco dell’Appennino Lucano- Val d’Agri-Lagonegrese.
Il parco più grande di tutti: il Pollino.
Tra foreste millenarie: la Sila.
L’asprezza geologica: l’Aspromonte.
Un ponte verso l’Africa: Pantelleria.
La grande bellezza da difendere
Sitografia

Leggi anche

copertina Andare per l'Italia etrusca
copertina Andare per l'Italia araba
copertina Andare per fortezze e cittadelle
copertina Andare per le città ideali