FEDERICO VERCELLONE

Il futuro dell'immagine

Internet, gli smartphone, la televisione, i giornali ci sottopongono a un continuo flusso di immagini che investono e travolgono i canoni della trasmissione culturale e dell’interpretazione del presente. L’antico conflitto tra immagine e parola sembra essersi risolto con l’inopinata sconfitta di quest’ultima. È possibile orientarsi in questa nuova selva senza assumere atteggiamenti troppo reattivi, inclini a una nuova iconoclastia? Saremo capaci di approfittare delle potenzialità dell’immagine, riconoscendo i bisogni che la loro iperproduzione esprime senza subirne le derive violente? La sfida è individuare il modello di ragione di un universo in cui le immagini non sono più apparenze, ma veri e propri ambienti culturali.

Federico Vercellone insegna Estetica nell’Università di Torino. Per il Mulino ha tra l’altro pubblicato «Oltre la bellezza» (2008) e «Dopo la morte dell’arte» (2013).

Introduzione
I. Parola e immagine
1. Immaginare il canone
2. Il conflitto dei logoi
3. Logos contro logos
4. L'immagine come nuovo canone tecnologico
II. La fine dell'arte e la nascita dell'estetica
1. Perfectio sensitiva
2. La sistematica delle arti
3. Mitridatizzazione dell'immagine
III. Stilemi
1. La visione come stile culturale
2. La camera obscura ovvero come si diventa ciò che si è
3. Tecnica come appaesamento
4. Stili dell'immagine o del paesaggio-taglio
5. Moda e lusso
6. Arte pubblica
IV. Nuovi iconoclasmi
1. Identità e autoriconoscimento
2. Passato e presente
3. Oltre la secolarizzazione
4. Terrorismo postmoderno
5. Reincantamento del mondo
6. Etica dell'immagine
Bibliografia
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 15,00
e-book € 10,99
Formato:  Kindle , ePub
collana "Saggi"
pp. 152, 978-88-15-26751-1
anno di pubblicazione 2017

Leggi anche

copertina Storia dell'Adriatico
copertina Storia sociale della bicicletta
copertina La sinistra italiana e gli ebrei
copertina Purezza e fede