MARIE-ANNE MATARD-BONUCCI

L'Italia fascista e la persecuzione degli ebrei

Introduzione
PARTE PRIMA: LO STATO DI EMERGENZA ANTISEMITA
I. L'esclusione
II. Le prime misure di persecuzione
PARTE SECONDA: LA GENESI DELLA DECISIONE
III. La versione fascista dell’esclusione
IV. L'Etiopia, momento iniziale del razzismo?
V. Gli scienziati: un gruppo di pressione razziale?
VI. La piccola lobby degli ideologi antisemiti
VII. I pesci pilota della propaganda antisemita
VIII. Mussolini antisemita?
IX. La campagna stampa del 1937-38
X. L'antisemitismo, mito per l’azione
PARTE TERZA: L’ANTISEMITISMO DI STATO
XI. La macchina persecutoria
XII. La politica in primo piano
XIII. Un antisemitismo totalitario
XIV. L'alchimia tossica della propaganda
XV. La stampa antisemita militante
XVI. La diffusione dell’immagine antisemita
XVII. L'iconografia della «Difesa della razza»: un'estetica dell'odio?
XVIII. Divisioni e dibattiti: il cranio e l'anima
XIX. Una dottrina ufficiale dell'antisemitismo?
PARTE QUARTA: LA PERSECUZIONE NELLE SUE FASI SUCCESSIVE
XX. La società fra riprovazione e accettazione
XXI. Gli ebrei di fronte alle persecuzioni
XXII. La guerra antiebraica durante la guerra
XXIII. Propaganda e antisemiti durante la guerra
XXIV. «Urbi et orbi»: l’Italia schizofrenica
XXV. Dalla persecuzione allo sterminio: la Repubblica sociale italiana
Conclusioni
Note
Bibliografia
Indice dei nomi

Buy:

book € 16,00
series "Storica paperbacks"
pp. 526, 978-88-15-26103-8
publication year 2016

See also

copertina Storia della prima Repubblica
copertina Limits
copertina La società dell'incertezza
copertina Capitalismi a confronto