GIULIANO AMATO, ERNESTO GALLI DELLA LOGGIA

Europa perduta?

«Lo sapevamo fin dall’inizio di non essere d’accordo. Sapevamo che le nostre analisi e i nostri punti di vista si muovono lungo percorsi spesso anche aspramente differenti. Ma entrambi pensiamo non solo che il progetto europeo vada proseguito, ma che ciò vada fatto mettendosi su una strada diversa da quella del passato.»

È ancora possibile un’Europa non matrigna ma fonte di benefici? Per Ernesto Galli della Loggia uccidere l’europeismo è la condizione necessaria per far ripartire l’Europa, rifondandola su identità, condivisione e riscoperta di una storia comune, e senza sognarne retoricamente l'estensione a confini impossibili. Pur mostrando tutte le contraddizioni che hanno portato al collo di bottiglia in cui si dibatte oggi il processo di integrazione, da parte sua Giuliano Amato resta persuaso che «Europa conviene», a patto di intraprendere il difficile cammino che porti a superare le fratture tra Nord e Sud, tra paesi debitori e non debitori, e a sconfiggere la crescente ostilità dei populismi antieuropei.

Giuliano Amato già presidente del Consiglio e più volte ministro, è attualmente giudice costituzionale. Tra i suoi libri pubblicati con il Mulino: «Forme di Stato e forme di governo» (con F. Clementi, 20122) e «Grandi illusioni» (con A. Graziosi, 2013). Ernesto Galli della Loggia è professore emerito di Storia contemporanea ed è editorialista del «Corriere della Sera». Per il Mulino ha pubblicato tra l’altro «L'identità italiana» (20112), nella collana omonima da lui diretta, e «Tre giorni nella storia d’Italia» (2010).

Premessa
Un amore difficile, di Giuliano Amato
Gli errori e la speranza, di Ernesto Galli della Loggia

Acquista:

a stampa € 12,00
prezzo di copertina € 8,49
e-book € 7,22
Formato:  ePub , Kindle
collana "Contemporanea"
serie "Bianconero. La battaglia delle idee"
pp. 136, 978-88-15-25155-8
anno di pubblicazione 2014

Leggi anche

copertina 33 false verità sull'Europa
copertina Made in Torino?
copertina L'Europa in trappola
copertina Gli antichi ci riguardano