PAOLA MANNI

La lingua di Dante

Premessa
I. Firenze e la Toscana all'epoca di Dante. Lo sfondo storico, economico e sociale
II. La situazione linguistica. Profilo del fiorentino del Duecento
III. Dante e il volgare: premessa
IV. La legittimazione del volgare nella «Vita nuova» e nel «Convivio»
V. Il «De vulgari eloquentia»
VI. Il linguaggio poetico dalle liriche della gioventù a quelle della maturità
VII. L'esperienza (dantesca?) del «Fiore» e del «Detto d'amore»
VIII. La prosa della «Vita nuova» e del «Convivio»
IX. La «Commedia» e il suo plurilinguismo: fra teoria e prassi
X. Fonetica e morfologia della lingua della «Commedia»
XI. Il lessico della «Commedia»
XII. L'allotropia nella «Commedia»: aspetti stilistici
XIII. Dialettalità e inserti alloglotti nella «Commedia»
XIV. Sintassi e stile della «Commedia»
XV. La fortuna trecentesca della «Commedia»
Antologia di testi
1. Il quadro linguistico della Toscana: "De vulgari eloquentia", I XIII 2-3
2. La lirica dantesca dalle "dolci rime" al "parlar aspro"
3. Aspetti della prosa dantesca
4. Aspetti del plurilinguismo della "Commedia": un dialogo infernale e una visione paradisiaca
Bibliografia
Indice analitico
Indice dei nomi

Buy:

book € 20,00
series "Le vie della civiltà"
pp. 256, 978-88-15-24537-3
publication year 2013

See also

copertina La lingua dei Promessi Sposi
copertina Gli strumenti della poesia
copertina Lying
copertina Oralità e scrittura