LIBORIO MATTINA

I gruppi di interesse

I gruppi di interesse sono attori politici che rappresentano preferenze diffuse nel mondo del lavoro, della produzione, dei servizi, nelle istituzioni sociali, tra le persone impegnate ad ampliare la sfera dei diritti individuali dei cittadini. L'influenza che esercitano sui processi decisionali pu? essere assai rilevante dal momento che dispongono in molti casi di competenze che li rendono partner indispensabili dei governi per la realizzazione di buone politiche pubbliche. La loro iniziativa, per contro, pone alle liberal-democrazie il difficile compito di evitare il consolidamento di interessi speciali che ostacolino il conseguimento del bene comune. Questo volume presenta il quadro completo, descrittivo e interpretativo, di tale complesso e variegato universo.

Indice: Premessa. - I. I gruppi di interesse: cosa sono, come si formano, cosa fanno. - II. Gli approcci. - Parte prima: Mobilitazione. - III. L'azione collettiva. - Parte seconda: Rappresentanza. - IV. Partiti, gruppi e movimenti sociali. - V. Le alleanze tra partiti e gruppi. - Parte terza: Influenza. - VI. L'accesso. - VII. I gruppi di interesse nell'Unione europea. - VIII. Il lobbying. - IX. Le strategie. - X. I gruppi pi? influenti. - Parte quarta: Conclusioni. - XI Gruppi e democrazia. - Riferimenti bibliografici. - Indice analitico

Liborio Mattina insegna Scienza politica e Politica comparata all'Universit? di Trieste. Con il Mulino ha gi? pubblicato "Gli industriali e la democrazia. La Confindustria nella formazione dell'Italia repubblicana" (1991) e "La sfida dell'allargamento. L'Unione europea e la democratizzazione dell'Europa centro-orientale" (a cura di, 2004).

Premessa

I. I gruppi di interesse: cosa sono, come si formano, cosa fanno

1. Definizione
2. Tipi di gruppi
3. Livelli di complessità organizzativa
4. Dalle corporazioni ai gruppi di interesse
5. Lo sviluppo dei gruppi in Europa...
6. ... e negli Stati Uniti
7. Condizioni favorevoli alla formazione dei gruppi di interesse
8. I gruppi nel sistema politico

II. Gli approcci

1. I pluralisti
2. I neocorporativisti
3. L’approccio reti di «policy»
4. L’istituzionalismo storico

Parte prima: mobilitazione

III. L’azione collettiva

1. Le condizioni per la mobilitazione
2. La definizione degli interessi
3. La selezione degli interessi
4. Selezione per obiettivi e settori
5. La compartimentazione settoriale
6. Conclusione

Parte seconda: rappresentanza


IV. Partiti, gruppi e movimenti sociali

1. Introduzione
2. Tra articolazione e aggregazione della domanda politica
3. Una distinzione insufficiente ma utile
4. La peculiarità dei movimenti sociali

V. Le alleanze tra partiti e gruppi

1. Introduzione
2. Una tipologia
3. Alleanze e sistema partitico
4. Evoluzione delle alleanze
parte terza influenza

VI. L’accesso

1. La misurazione dell’influenza
2. Cosa è l’accesso
3. Facilitazioni e ostacoli all’accesso
4. Sistema istituzionale ed apertura degli accessi
5. «Policy style» e regolazione
6. L’accesso riservato

VII. I gruppi di interesse nell’Unione europea

1. Introduzione
2. I gruppi nel «policy making» dell’Unione europea
3. I target dei gruppi

VIII. Il lobbying
1. Cosa è il lobbying
2. Le ricerche in Europa
3. Lobbismo nell’Unione europea e negli Stati Uniti
4. La regolazione
5. Le tattiche

IX. Le strategie

1. Introduzione
2. Lobbying diretto ed indiretto
3. Similarità e differenze tra Ue e Usa
4. I gruppi transnazionali

X. I gruppi più influenti

1. Introduzione
2. Efficacia e limiti del lobbying
3. Il dibattito sullo squilibrio
4. I riscontri empirici
5. Chi prevale nel lobbying e perché
parte quarta conclusioni

XI. Gruppi e democrazia

1. Introduzione
2. La partecipazione politica
3. La rappresentanza
4. La rispondenza
5. La responsabilità democratica
6. Conclusione

Riferimenti bibliografici

Indice analitico

Acquista:

a stampa € 22,00
collana "Itinerari"
pp. 272, 978-88-15-13839-2
anno di pubblicazione 2010

Leggi anche

copertina Come studiare le politiche pubbliche
copertina Storia del pensiero sociologico
copertina Capitalismo e anticapitalismo in Max Weber
copertina Storia del pensiero sociologico