Copertina Il concetto di materiale musicale in Th.W. Adorno

Acquista:

prezzo di copertina € 23,00
a stampa € 18,40
collana "Pubblicazioni dell'Istituto italiano per gli studi storici"
pp. 220, Brossura, 978-88-15-11474-7
anno di pubblicazione 2007

SARA ZURLETTI

Il concetto di materiale musicale in Th.W. Adorno

Il pensiero di Adorno ha avuto e continua ad avere per chiunque si occupi di musica un'importanza decisiva che non si limita alla concettualizzazione dell'avanguardia musicale. In questo lavoro si cerca infatti di dimostrare come la riflessione adorniana sulla musica nasca rapportandosi principalmente alla tonalità e alla tradizione classico-romantica, a partire dalla quale, come si vede nella prima parte del volume, si costituisce la categoria di "materiale musicale". Tale nozione è protagonista di una "dialettica storica" che traduce nello specifico musicale il concetto adorniano di "Aufklärung". La seconda parte del libro è dedicata alla figura di Beethoven, che assolve nell'estetica adorniana - centrata nel rapporto tra espressione individuale e categorie universali della comunicazione - al ruolo di un paradigma unico e non più riproducibile. La terza parte del volume si occupa della riflessione di Adorno sul Novecento: Schönberg, Stravinsky, Mahler e la scuola seriale sono qui altrettante reazioni - tutte problematiche - all'usura della tonalità. Dal confronto tra la "Nuova musica" e quella tradizionale si profila l'emergenza di Adorno di una filosofia della musica in quanto linguaggio, fondata sulla nozione chiave di "materiale musicale".

Sara Zurletti è professore a contratto per l'insegnamento di Estetica musicale presso l'Università "Suor Orsola Benincasa" di Napoli. Scrive su "Amadeus" e "Suono sud", e ha curato il volume "Adorno 1903-2003. Una Ragione per la musica" (Napoli, Cuen, 2003).

Leggi anche

copertina La Chiesa, il segreto e l'obbedienza
copertina Sud/Nord
copertina Dodici
copertina Senza veli