Copertina In equilibrio

Acquista:

a stampa € 19,00
e-book € 13,99
Formato:  ePub
collana "Guide"
pp. 272, Brossura, 978-88-15-38942-8
anno di pubblicazione 2024

MARCELLO RUSSO

In equilibrio

Un buon work-life balance è possibile

Un buon work-life balance è importante. Ci aiuterà a ottenere migliori performance sul lavoro e a essere più felici nella vita privata. Le due cose non sono incompatibili: basta sapere cosa fare e cosa non fare. Occorre muoversi con agilità e eleganza sul filo: solo i buoni equilibristi completano il percorso con successo. Ma si può fare. Non occorre rinunciare ad alcun progetto, impegno, ambizione personale o responsabilità familiare. Raggiungere un buon work-life balance, tuttavia, non dipende solo da noi stessi, dalle risorse messe in campo e dalla capacità di difendere i confini tra lavoro e vita privata. Il contesto sociale e organizzativo è altrettanto importante. Anche le relazioni all’interno del nostro network possono fare la differenza, valorizzando le risorse a nostra disposizione e aiutando a prendere le decisioni importanti. Attraverso ricerche, esempi, testimonianze e suggerimenti pratici, questo volume vi aiuterà a riflettere sulle condizioni ideali per conseguire un buon work-life balance. Un obiettivo fondamentale per lavorare, produrre, rispettare noi stessi e le persone cui teniamo. Famigliari, amici, colleghi, gruppi di lavoro, aziende e società: tutti ci guadagnano, se saremo bravi a camminare lungo il filo della nostra vita. Equilibristi non si nasce: si diventa.

Marcello Russo è docente di Organizzazione aziendale e Comportamento organizzativo nell’Università di Bologna, è Direttore del Global MBA alla Bologna Business School, dove insegna corsi di Leadership e People Management. Impegnato in progetti di ricerca internazionali, è autore di numerose pubblicazioni in tema di comportamenti organizzativi per i quali ha ricevuto premi e riconoscimenti internazionali.

L’equilibrio del desiderio, di Matteo Bussola
Introduzione
PARTE PRIMA: IL WORK-LIFE BALANCE
I. Storia breve del work-life balance
La «fabbrica» umanista
Il diritto all’ozio
II. Il work-life balance: dal tempo all’identità
Oltre il tempo
PARTE SECONDA: ARTEFICI DEL PROPRIO DESTINO, MA ANCHE IN BALIA DEI VENTI
III. Obiettivo individuale o collettivo?
I limiti dell’approccio individualistico
Un approccio relazionale allo studio del work-life balance
IV. Vorrei essere Benjamin Button
You can have it all
You can’t have it all
You can have it all, but it will be imperfect
V. Il futuro me
VI. È tutta una questione di risorse
Contesto e risorse
VII. Boundary management: difendiamo i nostri confini
A ognuno il suo stile
Essere pragmatici a volte aiuta
Strategie di difesa dei confini
Strategie temporali
Strategie comportamentali
Strategie mentali
VIII. Splash!
PARTE TERZA: ORGANIZZAZIONI EQUILIBRATE E LEADER EQUILIBRISTI
IX. Organizzazioni a misura di persona
X. Sei davvero una «brava persona»?
Come fai sbagli
XI. Le politiche di welfare aziendale
Gli interventi strutturali a favore della conciliazione famiglia-lavoro
La settimana corta
Benefit aziendali
Gli interventi culturali a favore della conciliazione famiglia-lavoro
XII. Lo smart working: «tutti in ufficio» vs «tutti a casa»
William, il nomade digitale: a casa (forse) è meglio!
Andrea, l’expatriate: in ufficio è meglio!
L’organizzazione alternativa
Il quadro normativo
XIII. Il leader equilibrista
Leader equilibristi
I comportamenti family-supportive
XIV. Quel modello del mio capo!
Gli effetti sulla reputazione professionale
L’importanza della famiglia
PARTE QUARTA: UNA SOCIETÀ CONCILIANTE
XV. Trickle-down effect
Il Fattore K
La scuola che aiuta (o dovrebbe aiutare)
XVI. La cultura del busyness che ammala (e a volte) uccide
Strategic disengagement
«Per quale motivo lavoro così tanto? Perché sono un insicuro!»
XVII. Dimmi in che paese vivi e ti dirò che possibilità avrai
Le dimensioni strutturali
Le dimensioni culturali
Individualismo e collettivismo: quale impatto sul work-life balance?
XVIII. Il genitore essenziale
L’uguaglianza di genere in Italia
Mamme ad alta intensità
Evviva le tigri all’ora del tè, purché a riassettare casa dopo sia il papà
PARTE QUINTA: UN BUON WORK-LIFE BALANCE È POSSIBILE
XIX. Dalla teoria alla pratica
Work-life balance: obiettivo di interesse nazionale
Il welfare aziendale diventa un obiettivo collettivo
Una leadership paradossale
La mia eredità
«Your dreams matter as much as mine»
Ringraziamenti

Leggi anche

copertina Gli errori del manager
copertina Sud/Nord
copertina Dodici
copertina Senza veli