Copertina Illusioni perdute

Acquista:

a stampa € 35,00
disponibile in 10-15 giorni
e-book € 21,99
Formato:  ePub
collana "Saggi"
pp. 376, Brossura, 978-88-15-38773-8
anno di pubblicazione 2023

PIETRO MODIANO, MARCO ONADO

Illusioni perdute

Banche, imprese, classe dirigente in Italia dopo le privatizzazioni

Le privatizzazioni sono state una svolta importante nella storia italiana recente: volevano essere la via per risolvere i problemi che si erano andati accumulando, una reazione al rallentamento della crescita economica e una spinta per le riforme che venivano realizzate con difficoltà. Erano vissute come un segnale importante del cambiamento e il primo decisivo passo verso la trasformazione del paese: in questo senso si caricavano di aspettative e speranze, che andavano ben al di là della dimensione puramente finanziaria. Invece l’appuntamento degli anni Novanta non ha dato i risultati sperati e il rallentamento dell’Italia rispetto agli altri paesi si è ulteriormente accentuato. Un bilancio amaro per gli autori, che hanno vissuto da protagonisti quel periodo e che lo ricordano come un’esperienza unica, dove si fondeva passione civile e impegno professionale; si scorgeva finalmente la possibilità concreta di imprimere una svolta: le privatizzazioni avrebbero fatto dell’Italia un paese migliore, con una classe dirigente finalmente adeguata. Perché questa ennesima occasione perduta?

Pietro Modiano è stato ai vertici di alcune delle principali banche italiane: Credito Italiano, Unicredit, San Paolo, Intesa San Paolo. È stato anche presidente di Carlo Tassara, di Nomisma e della SEA aeroporti di Milano, e da ultimo presidente e commissario per conto di BCE della Carige. Marco Onado è docente nell’Università Bocconi; è stato ordinario nelle Università di Modena e Bologna ed è editorialista de «Il Sole-24 ore». È stato Commissario Consob dal 1993 al 1998. Ha pubblicato diversi libri, l’ultimo dei quali è «Alla ricerca della banca perduta» (Il Mulino, 2017).

Perché questo libro
PARTE PRIMA: UN LUNGO FLASHBACK. BANCHE, IMPRESE E POLITICA IN ITALIA FINO AGLI ANNI NOVANTA DEL SECOLO SCORSO
I. Il brusco risveglio dal miracolo economico
II. La grande impresa privata al termine del boom economico
III. La via finanziaria allo sviluppo, ovvero: la tentazione di Mefistofele
IV. La Banca d’Italia e gli anni di piombo della finanza italiana
V. Illusione e fallimenti negli anni Ottanta
VI. Le banche italiane alla vigilia delle privatizzazioni
VII. Dualismo territoriale e bancario: il crack delle banche del Mezzogiorno
PARTE SECONDA: PERCHÉ LE PRIVATIZZAZIONI NON HANNO CAMBIATO L'ITALIA
VIII. Il vincolo europeo ignorato e la crisi del 1992
IX. Le privatizzazioni senza roadmap
X. Le privatizzazioni in marcia
XI. Il ruolo dei grandi gruppi privati nelle privatizzazioni: da parte della soluzione a parte del problema
XII. Il decennio del grande consolidamento. Atto primo: la nascita di Unicredit
XIII. Il decennio del grande consolidamento. Atto secondo: la nascita di Intesa Sanpaolo
XIV. La maledizione del nuovo secolo
XV. Monte dei Paschi e le sue sorelle: le crisi bancarie italiane
XVI. Un bilancio delle trasformazioni del sistema bancario italiano
XVII. Le imprese e l’economia dopo le privatizzazioni: il tallone d’Achille
Epilogo. Questo è quel mondo onde cotanto ragionammo insieme?
Riferimenti bibliografici

Leggi anche

copertina Corso di diritto parlamentare
copertina Governare dietro le quinte
copertina Raffaele Mattioli
copertina Gli errori del manager