Copertina La Cina al centro

Acquista:

a stampa € 20,00
e-book € 13,99
Formato:  ePub
collana "Contemporanea"
pp. 304, Brossura, 978-88-15-38755-4
anno di pubblicazione 2023

MAURIZIO SCARPARI

La Cina al centro

Ideologia imperiale e disordine mondiale

Un’ideologia imperiale durata 2000 anni, un leader autoritario - Xi Jinping - che la ripropone per spostare il baricentro della leadership mondiale da Washington a Pechino e sovvertire l’attuale ordine globale. Ma il realizzarsi di queste ambizioni richiede qualcosa che la Cina di oggi non è in grado di esprimere: quella forza di attrazione che solo una cultura fondata sulla libertà di pensiero e di espressione può avere.

Cina contro Occidente, autocrazie contro democrazie? Quali sono le ragioni storiche e culturali alla base del modello di potere cinese, ritenuto da Xi Jinping superiore a quello delle democrazie liberali? Impossibile rispondere senza legare l’attualità alla storia imperiale. Il progetto di Xi è infatti quello di porre la Cina al centro, com’era nella concezione cinese prima dell’arrivo delle potenze occidentali, e di tornare a occupare la scena del mondo, da protagonista. Lo scontro non è solo economico e politico, ma anche culturale e valoriale: a essere messi in discussione sono infatti gli stessi principi liberali, fondamento delle democrazie di un Occidente oggi sempre più in preda a una forte crisi identitaria. Contrapponendo un nuovo assetto internazionale a quello creato dai vincitori della Seconda guerra mondiale, la Cina di Xi si avvicina adesso alla Russia di Putin. Ci troviamo di fronte a un nuovo tornante della storia? Riuscirà il mondo a evitare un nuovo conflitto mondiale?

:: Webinar della presentazione del libro all'Istituto Affari Internazionali ::

Maurizio Scarpari ha insegnato Lingua cinese classica all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Tra i suoi libri: «Il Confucianesimo. I fondamenti e i testi» (Einaudi, 2010) e «Mencio e l’arte di governo» (Marsilio, 2013); per le Grandi Opere Einaudi ha curato «La Cina» (2009-2013), sulla civiltà cinese dalle origini ai giorni nostri. Con il Mulino ha già pubblicato «Il Daoismo» (con A. Andreini, 2007) e «Ritorno a Confucio. La Cina di oggi fra tradizione e mercato» (2015).

Introduzione. Venti di guerra
PARTE PRIMA
I. La Cina si riprende la scena
La scommessa di Deng Xiaoping
Un successo condiviso
Il grande abbaglio
Un’occasione mancata
II. Esiste la «vera Cina»?
Mantenere un basso profilo
Raccontare bene le storie
Influenza e disinformazione
Pregiudizi e condizionamenti
PARTE SECONDA
III. La rinascita
L’ascesa di Xi Jinping
La Cina al centro
Una nuova visione del mondo
Creare una comunità dal futuro condiviso
La Nuova Via della seta: luci e ombre
Il Memorandum Italia-Cina del 2019
PARTE TERZA
IV. Il passato modella il presente
Nascita di un impero
Le «cento scuole»
V. Le basi ideologiche dello stato
Pensiero correlativo
Arte della guerra e arte della politica
Confucianesimo
VI. Ideologia e potere
Ideologia imperiale
Ciclo dinastico
Una nuova concezione del mondo
PARTE QUARTA
VII. La Cina della nuova era
Xi Jinping, un uomo solo al comando
Taiwan e dintorni
Il caso di Hong Kong
VIII. Verso il disordine globale
Pandemia da Covid-19: errori e conseguenze
L’invasione dell’Ucraina e la posizione cinese
Pace, non più pace
Conclusioni
Indice dei nomi

Leggi anche

copertina Nuovo corso di scienza politica
copertina La morte negli occhi
copertina Gli errori del manager
copertina La vita delle parole