il Mulino

-30% sui nuovi abbonamenti
con il codice RIVISTA30 fino al 31 gennaio

Cover La grande livellatrice

Buy:

book € 20,00
series "Storica paperbacks"
pp. 640, Brossura, 978-88-15-29504-0
publication year 2022

WALTER SCHEIDEL

La grande livellatrice

Violenza e disuguaglianza dalla preistoria a oggi

Introduzione. La sfida della disuguaglianza
«Una disuguaglianza pericolosa e crescente».
I Quattro cavalieri.
Di che cosa non parla questo libro.
Strumenti.
È così importante?
PARTE PRIMA: BREVE STORIA DELLA DISUGUAGLIANZA
I. L’origine della disuguaglianza
Livellamento primordiale.
Il grande aumento della disuguaglianza.
«L’originario 1%».
II. Imperi della disuguaglianza
La Cina antica.
L’Impero romano.
Modelli imperiali.
III. Alti e bassi
Vette gemelle.
Nuove vette.
Oltre l’Europa.
Il «lungo XIX secolo».
PARTE SECONDA: GUERRA
IV. Guerra totale
«La situazione bellica si è sviluppata in modo non necessariamente favorevole al Giappone»: la guerra totale come livellatrice totale.
«Il futuro non sarà mai più deciso da pochi»: il livellamento rafforzato e consolidato.
V. La Grande compressione
«Il dramma di un’altra Guerra dei trent’anni»: il grande livellamento della disuguaglianza dal 1914 al 1945.
«Un periodo rivoluzionario nella storia del mondo è il momento più opportuno per fare cambiamenti radicali invece di semplici rattoppi»: da shock violenti a riforme egualizzatrici.
VI. Conflitti in età preindustriale e guerre civili
«L’energia che si poteva imprimere alla guerra non aveva più contrappeso»: la (ri)nascita della mobilitazione generale a fini bellici in Occidente.
«Uomini di servizio per l’agricoltura e la guerra»: la mobilitazione generale nelle guerre premoderne.
«Quel nemico! Mi strappò di dosso il vestito, e ne rivestì la sua donna!»: le guerre premoderne tradizionali.
«Non tenevamo più il conto di quanto avevamo ucciso, ma solo di quanto ci avrebbe fruttato»: la guerra civile.
«Costi quel che costi»: guerra e disuguaglianza.
PARTE TERZA: RIVOLUZIONE
VII. Il comunismo
«Per il potere del proletariato»: il livellamento rivoluzionario nel XX secolo.
«Guerra a morte ai ricchi»: la Rivoluzione russa e il regime sovietico.
«La più orribile guerra di classe»: la Cina di Mao.
La «nuova gente»: altre rivoluzioni comuniste.
«Tutti spazzati via»: la rivoluzione trasformativa come livellatrice violenta.
VIII. Prima di Lenin
«Importa soprattutto far cadere le teste dei ricchi»: la Rivoluzione francese.
«Daranno ogni cosa a Dio affinché se ne possa usare comunitariamente»: la Rivolta dei Taiping.
«I contadini cercarono di migliorare con la forza la loro condizione»: le rivolte rurali.
«Viva il popolo e muoiano i lupi»: rivolte urbane e nelle città-stato.
«Furono così interamente distrutti»: esiti.
PARTE QUARTA: CROLLO
IX. Fallimento dello stato e collasso sistemico
«Sogghigno di fredda autorità»: il livellamento provocato dal fallimento dello stato e dal collasso sistemico.
«Volpi e lepri si rincorrono là dove fino a poco tempo fa dimoravano i grandi dello stato»: la distruzione dell’élite Tang.
«Oppresso da tanti flagelli, estenuato da tante avversità»: la disintegrazione dell’Impero romano d’Occidente.
«Molte delle città di quel periodo non ci sembrano, oggi, particolarmente imponenti»: il collasso sistemico nel Mediterraneo della tarda Età del bronzo e nell’America precolombiana.
«L’abbattimento possa cadere sul tuo palazzo costruito per rallegrare il cuore!»: fallimento dello stato e declino delle élite nel Medio Oriente antico.
«Il paese a pezzi»: fallimento dello stato nella Somalia odierna.
Tutti gli stati predatori si somigliano, ma ogni loro crollo livella in modo diverso.
PARTE QUINTA: EPIDEMIE
X. La Morte nera
Il Quarto cavaliere: microbi, Malthus e mercati.
«Ognuno credea che fusse finemondo»: la pandemia tardomedievale.
XI. Pandemia, carestia, guerra
«Nati per morire»: la nuova pandemia mondiale.
«I morti erano più numerosi dei vivi»: la peste di Giustiniano.
«Città abbandonate ridotte a rovine e boscaglia»: la peste antonina.
Il livellamento indotto dalla carestia: scarsi effetti benefici.
«Tutto il mondo abitato è cambiato»: il livellamento provocato dalle pandemie e i limiti della nostra conoscenza.
«Dio ha umiliato i potenti»: Augusta nella Guerra dei trent’anni.
PARTE SESTA: ALTERNATIVE
XII. Riforma, recessione e rappresentanza
«Padre di tutte le cose e di tutte re»? Alla ricerca di un livellamento pacifico.
«Finché esso non fosse divenuto una tempesta tanto forte da sradicare ogni cosa?»: la riforma agraria.
«Spezzare le tavole»: riduzione del debito ed emancipazione.
«Su una base solida e prospera»: le crisi economiche.
«Ma non possiamo averli entrambi»: la democrazia.
XIII. Sviluppo economico e istruzione
«Una lunga oscillazione»: crescita, competenze e disuguaglianza.
«Se unisci capacità intellettuale e professionale a una coscienza sociale puoi cambiare le cose»: livellamento senza shock?
XIV. E se… Dalla storia al controfattuale
«Niente di nuovo sotto il sole?»: lezioni della storia.
«L’enorme disuguaglianza delle ricchezze»: dalla disuguaglianza alla violenza?
«La pace nel nostro tempo»: esiti alternativi.
PARTE SETTIMA: DISUGUAGLIANZE E FUTURO DEL LIVELLAMENTO
XV. La nostra epoca
La ripresa della disuguaglianza.
Mercati e potere.
XVI. Che cosa ci riserva il futuro?
Sotto pressione.
Ricette.
Un mondo senza cavalieri?
Appendice. I limiti della disuguaglianza
Ringraziamenti
Riferimenti bibliografici
Indice dei nomi

See also

copertina L'età del lume
copertina Il Gran Consiglio contro gli ebrei
copertina The Secret Protocol
copertina The Ukraine Frontier