Copertina La memoria

Acquista:

a stampa € 55,00
collana "Strumenti"
pp. 680, Brossura, 978-88-15-29352-7
anno di pubblicazione 2021

Scritto dai più importanti studiosi della memoria a partire dallo stesso Baddeley, il volume, qui in una nuova edizione riveduta e aggiornata, presenta in modo accessibile e con particolare attenzione alle nuove esigenze della didattica e dello studio una completa disanima della materia. Dopo una breve panoramica delle basi neuropsicologiche, vengono presentate le caratteristiche dei diversi sistemi di memoria e il loro funzionamento. Nella seconda parte del volume gli autori analizzano i contesti in cui tali sistemi operano: dalla memoria autobiografica, all’amnesia (incidentale e motivata), alla memoria in età evolutiva e nella terza età. Il testo si chiude con un capitolo sui disturbi della memoria e uno sulle tecniche per migliorarla. Un’opera fondamentale, completa ed esaustiva, su uno dei concetti di base della psicologia generale.

Indice del volume: Prefazione - I. Che cos’è la memoria. - II. La memoria e il cervello. - III. La memoria a breve termine. - IV. La memoria di lavoro. - V. L’apprendimento. - VI. La memoria episodica: organizzare e ricordare. - VII. La memoria semantica e l’immagazzinamento della conoscenza. - VIII. Il recupero. - IX. L’oblio incidentale. - X. L’oblio motivato. - XI. La memoria autobiografica. - XII. La testimonianza oculare. - XIII. La memoria prospettica. - XIV. La memoria nell’arco di vita: lo sviluppo. - XV. Memoria e invecchiamento. - XVI. Quando la memoria viene meno. - XVII. Come migliorare la memoria. - Glossario. - Riferimenti bibliografici. - Indice analitico.

Alan Baddeley, già direttore del Medical Research Council Applied Psychology Unit di Cambridge, insegna Psicologia nell’Università di York ed è membro della Royal Society of the British Accademy e della Academy of Medical Sciences. Michael W. Eisenck ha insegnato Psicologia nell’Università di Birkbeck e nella Royal Holloway University, entrambe a Londra, ed è stato Visiting Professor nell’University of South Florida. Michael C. Anderson, già direttore del Memory Control Laboratory nell’Università dell’Oregon, è Senior Scientist e Programme Leader nel MRC Cognition and Brain Sciences Unit dell’Università di Cambridge.

Prefazione
I. Che cos'è la memoria?
1. Perché abbiamo bisogno della memoria?
2. La memoria: una o molte?
3. Teorie, mappe e modelli
4. Come possiamo studiare la memoria?
5. Quanti tipi di memoria ci sono?
6. La memoria sensoriale
7. La memoria a breve termine e di lavoro
8. La memoria a lungo termine
9. La memoria fuori del laboratorio
10. Sommario
II. La memoria e il cervello
1. Approcci neuropsicologici
2. Come osservare il cervello
3. Misure basate sul flusso sanguigno
4. Le basi cellulari della memoria
5. Approcci genetici
6. Sommario
III. La memoria a breve termine
1. Memoria a breve termine e memoria di lavoro: qual è la differenza?
2. Lo span di memoria
3. Modelli della memoria a breve termine verbale
4. Teorie alternative della memoria a breve termine verbale
5. La rievocazione libera
6. La memoria a breve termine visuo-spaziale
7. Approcci neuropsicologici allo studio della memoria a breve termine
8. Sommario
IV. La memoria di lavoro
1. Il modello modale
2. Il modello multicomponenziale
3. Le immagini mentali e il taccuino visuo-spaziale
4. L’esecutivo centrale
5. Il buffer episodico
6. Differenze individuali nella memoria di lavoro
7. Approcci alternativi allo studio della memoria di lavoro
8. La memoria di lavoro può essere allenata?
9. La neuroscienza della memoria di lavoro
10. Conclusioni
11. Sommario
V. L'apprendimento
1. Il contributo di Hermann Ebbinghaus
2. Che cosa determina il successo dell’apprendimento?
3. Tipi di apprendimento
4. Le basi neurobiologiche dell’apprendimento
5. Conclusioni
6. Sommario
VI. La memoria episodica: organizzare e ricordare
1. Il contributo di Frederic Bartlett
2. La codifica nella memoria episodica: l’importanza del significato
3. Perché una codifica più profonda è migliore?
4. L’organizzazione migliora la codifica
5. La memoria episodica e il cervello
6. Conclusioni
7. Sommario
VII. La memoria semantica e l’immagazzinamento della conoscenza
1. Introduzione
2. Memoria semantica e memoria episodica
3. L’organizzazione dei concetti: le concezioni tradizionali
4. L’uso dei concetti
5. I concetti e il cervello
6. Gli schemi
7. Sommario
VIII. Il recupero
1. L’esperienza del mancato recupero
2. Il processo di recupero: principi generali
3. I fattori che determinano la riuscita del recupero
4. I suggerimenti contestuali
5. I compiti di recupero
6. L’importanza del contesto incidentale nel recupero dei ricordi episodici
7. La memoria ricostruttiva
8. La memoria di riconoscimento
9. Conclusioni
10. Sommario
IX. L’oblio incidentale
1. Una memoria fuori del comune
2. Il dato fondamentale dell’oblio
3. Sulla natura dell’oblio
4. I fattori che ostacolano l’oblio
5. I fattori che facilitano l’oblio incidentale
6. Una visione funzionale dell’oblio incidentale
7. Sommario
X. L'oblio motivato
1. La vita è bella (o così ce la ricordiamo)
2. La ricerca sull’oblio motivato: questioni terminologiche
3. I fattori che predicono l’oblio motivato
4. I fattori che predicono il recupero dei ricordi
5. I ricordi traumatici recuperati: un caso di oblio motivato?
6. Sommario
XI. La memoria autobiografica
1. Perché abbiamo bisogno di una memoria autobiografica?
2. Metodi di studio
3. Teorie della memoria autobiografica
4. Emozioni e memoria autobiografica
5. Variabilità nel funzionamento della memoria autobiografica
6. Le basi neurali della memoria autobiografica
7. Conclusioni
8. Sommario
XII. La testimonianza oculare
1. Introduzione
2. Nel mondo reale: l’attendibilità dei testimoni oculari
3. I principali fattori che influenzano l’accuratezza dei testimoni oculari
4. L’influenza dell’ansia e della violenza
5. Età e accuratezza dei testimoni oculari
6. Il ricordo di facce
7. Procedure adottate dalla polizia con i testimoni oculari
8. Dal laboratorio all’aula di tribunale
9. Sommario
XIII. La memoria prospettica
1. Introduzione
2. Memoria prospettica nella vita quotidiana
3. Tipi di memoria prospettica
4. Prospettive teoriche
5. Come migliorare la memoria prospettica
7. Sommario
XIV. La memoria nell’arco di vita: lo sviluppo
1. Come si sviluppa il cervello
2. Sviluppo cognitivo e malnutrizione
3. Apprendimento e memoria nella prima infanzia
4. L’amnesia infantile
5. Lo sviluppo della memoria durante l’infanzia
6. Applicazioni
7. Sommario
XV. Memoria e invecchiamento
1. Come studiare l’invecchiamento
2. Memoria di lavoro e invecchiamento
3. Invecchiamento e memoria a lungo termine
4. Teorie dell’invecchiamento
5. L’invecchiamento del cervello
6. Sommario
XVI. Quando la memoria viene meno
1. Amnesia: il paziente e lo psicologo
2. La malattia di Alzheimer
3. Traumi cranio-encefalici
4. I deficit di memoria episodica
5. Amnesia post-traumatica e consolidamento
6. La riabilitazione di pazienti con problemi di memoria
7. Conclusioni
8. Sommario
XVII. Come migliorare la nostra memoria
1. Introduzione
2. L’elaborazione distintiva
3. Tecniche per migliorare la memoria: le immagini mentali
4. Tecniche per migliorare la memoria: le mnemotecniche verbali
5. Perché le mnemotecniche funzionano?
6. Allenare la memoria di lavoro
7. Gli mnemonisti
8. Prepararsi agli esami
9. Sommario
Glossario
Riferimenti bibliografici
Indice analitico

Leggi anche

copertina Genitori digitali
copertina Difficoltà e disturbi dell'apprendimento
copertina Psicologia evoluzionistica e cognizione umana
copertina Sud/Nord