Copertina Lettere a Piero Calamandrei 1939-1956

Acquista:

a stampa € 20,00
collana "Fuori collana"
pp. 224, Brossura, 978-88-15-29159-2
anno di pubblicazione 2021

SALVATORE SATTA

Lettere a Piero Calamandrei 1939-1956

L’epistolario inedito (1939-1956) tra Salvatore Satta e Piero Calamandrei documenta, nell’intenso rapporto di «comunanza di idee, di sentimenti, di disperate speranze» tra i due grandi giuristi-scrittori, le fasi dell’elaborazione dei romanzi di Satta, a partire dal «De Profundis», del quale un primo estratto fu pubblicato proprio su «Il Ponte». Le lettere documentano anche la temperie politica e culturale del primo decennio dell’Italia repubblicana, della quale Calamandrei fu autorevole, critico protagonista e Satta distaccato, ma fine osservatore, anche per quanto concerne le controverse questioni della morte della patria e della continuità - rottura tra Regime fascista e Italia repubblicana. Illuminano, inoltre, la genesi lontana del suo grande romanzo postumo, «Il giorno del giudizio» e il suo profondo legame con la Sardegna di cui è originale espressione il saggio «Spirito religioso dei Sardi», pubblicato nel numero unico che, nel 1951, «Il Ponte» dedicò alla Sardegna. L’epistolario è integrato da lettere inedite di interlocutori di Satta, giuristi, letterati e politici (Albanese, Capograssi, Tumiati, Moretti, Bacchelli, Cesarini Sforza, Cossiga, Monni, Segni) e da due suoi inediti: uno scritto giuridico del 1950 e un saggio su Oscar Wilde. Introducono e contestualizzano la ricca documentazione inedita due densi saggi di Angela Guiso e Carlo Felice Casula, curatori del libro, dal punto di vista critico- letterario e storico-politico-giuridico.

Angela Guiso è critica letteraria, saggista e pubblicista. È autrice di monografie e articoli sulla letteratura italiana contemporanea. La sua pubblicazione più recente è l’epistolario inedito di Salvatore Satta, «Mia indissolubile compagna. Lettere a Laura Boschian 1938-1971» (Ilisso, 2017). Carlo Felice Casula è professore emerito di Storia contemporanea all’Università di Roma Tre. I suoi studi riguardano la storia politica, sociale e religiosa dell’Ottocento e del Novecento. Con il Mulino ha recentemente pubblicato «Da credenti nella sinistra. Storia dei cristiano sociali 1993-2017» (2019).

«Carissimo Calamandrei, sento quanto il tuo animo sia vicino al mio», di Angela Guiso
Salvatore Satta e Piero Calamandrei. «Comunanza di idee, di sentimenti, di disperate speranze nonostante la differenza etnica, così importante almeno nel dominio dell’inconscio», di Carlo Felice Casula
Nota al testo
Epistolario
Salvatore Satta. Un profilo, di Angela Guiso
Piero Calamandrei. Un profilo, di Carlo Felice Casula

Leggi anche

copertina Storia degli armeni
copertina Sinistre
copertina 25 aprile
copertina Le vie della democrazia