il Mulino

Copertina Culture del film

Acquista:

a stampa € 24,00
collana "Percorsi"
pp. 312, Brossura, 978-88-15-29074-8
anno di pubblicazione 2020

MICHELE GUERRA, SARA MARTIN (a cura di)

Culture del film

La critica cinematografica e la società italiana

Quale funzione culturale ha svolto la critica cinematografica negli anni d’oro della produzione e del consumo di film in Italia? Quali sono stati i luoghi principali da cui si è saputo costruire un discorso critico capace di muoversi dentro il più ampio dibattito culturale nazionale? Quali forme ha saputo prendere questo discorso e quali comunità di lettori è riuscito a raccogliere? Il volume delinea una mappatura geografica e ideologica delle riviste di settore, studia la pervasività dei temi cinematografici nei periodici di ambito letterario, teatrale, artistico, nei quotidiani e in alcuni rotocalchi, si interroga sull’autorevolezza e sul potere della figura del critico e sui processi di istituzionalizzazione della pratica critica, individua l’importante ruolo delle donne, studia la funzione delle immagini e il confronto con la sempre più complessa idea di cultura popolare. Mette a fuoco, attraverso traiettorie di ricerca ad ampio raggio, le azioni che hanno contribuito a formare una cultura cinematografica nel nostro paese.

Michele Guerra insegna Storia e critica del cinema e Teorie del cinema all’Università di Parma. Tra i suoi libri più recenti, «Atti critici in luoghi pubblici. Scrivere di cinema, tv e media dal dopoguerra al web» (2019, curato insieme a Sara Martin) e «Il limite dello sguardo. Oltre il confine delle immagini» (2020). Collabora con l’inserto domenicale del «Sole 24 Ore». Sara Martin insegna Critica cinematografica e televisiva, Televisione e nuovi media e Storia e critica del cinema all’Università di Parma. Coordina la collana editoriale «Narrazioni seriali» (Mimesis), tiene una rubrica sul mensile «Blowup» e una sul settimanale «FilmTV».

Introduzione. Il cantiere in movimento della critica cinematografica italiana, di Michele Guerra e Sara Martin
Sezione 1 – Luoghi e Funzioni
Critica e potere nella cultura cinematografica italiana: processi e cicli di consolidamento, di Andrea Mariani e Paolo Noto
Le riviste di cinema e la cultura cinematografica italiana dal dopoguerra alla fine degli anni Cinquanta: uno sguardo d’insieme, di Claudio Bisoni
Cronaca, ideologia, critica. La stampa quotidiana nell’Italia del dopoguerra e i discorsi sul cinema (1945-1960), di Francesca Cantore e Andrea Minuz
Una critica «altra»? I periodici di settore popolare, di Dominic Holdaway e Giacomo Manzoli
Lo schermo della frivolezza. Giornaliste e scrittrici nel vortice dell’editoria popolare, di Lucia Cardone
Il mestiere del critico, di Roy Menarini
La forma critica, di Roberto De Gaetano
Sezione 2 – Immagini e Discorsi
L’immagine della critica, la critica dell’immagine. La cultura visuale delle riviste cinematografiche italiane, di Francesco Pitassio e Paolo Villa
Al cinema col Pci. La critica cinematografica sulla stampa non specializzata (1945-1956), di Luca Peretti e Marco Zilioli
La funzione critica dei rotocalchi popolari femminili. Dal dibattito sul realismo alla poetica del gossip, di Dorothea Burato
Per un’educazione all’immagine in movimento. Discorsi sul cinema nelle riviste artistico-culturali di derivazione industriale negli anni della ricostruzione, di Jennifer Malvezzi
«We’re all amateurs»… La critica cinematografica alla prova delle riviste di teatro, di Stefania Rimini
Letteratura, cinema e critica. Sondaggi nelle riviste letterarie degli anni Quaranta-Sessanta, di Maria Rizzarelli, Giovanna Santaera e Marco Sciotto
Indice dei nomi

Leggi anche

copertina Est/Ovest
copertina Oltre il gender
copertina Storia della Crimea
copertina La guerra italiana per la Libia