SERGIO ANSELMI

Storie di Adriatico

«Cronache minori, quotidiane, granelli di crudeltà e di miseria, di mistero e di eventuale dolcezza che nei secoli hanno nutrito la clessidra della storia»
La Stampa - Tuttolibri

Dalmati, ebrei, slavi, italiani, austriaci, ungheresi; chierici e artigiani, commercianti e schiave, signori e «poareti» che il destino trascina da una parte all’altra dell’Adriatico, in un andirivieni secolare che avvicina le due sponde e le collega in un unico spazio culturale e umano: sono questi i protagonisti delle «Storie di Adriatico», dal povero costruttore di balestre che muore di tortura a Ragusa al chierico slavo ucciso dalla tisi in un sottoscala a Fermo, dalla bella schiava d’oltremare finita in un convento italiano alla giovanissima dalmata serva ad Ancona, amata da un buon vecchio e poi scomparsa chissà dove. Storie tutte che raccontano quel che la storiografia non riesce a esprimere: il senso della vita e del destino individuale, della «creaturalità» degli uomini, del loro non memorabile trascorrere sulla terra.

Sergio Anselmi (1924-2003), storico dell’economia, con il Mulino ha pubblicato anche i racconti di «Ultime storie di Adriatico» (1998), «Mercanti, corsari, disperati e streghe» (2000), «Perfido Ottocento» (2002) e il saggio «Agricoltura e mondo contadino» (2001).

Nota introduttiva
I. Maìstro Zuane ballistrairo, olim de Fulgineo nunc civis ragusinus
II. Tomasso Laççari de Obrovazzo
III. Lucia de partibus Sclavoniae
IV. Pavle di Studenica, chierico a Fermo
V. Alvise Zuliàn Poareto
VI. Tahà, figlia di Homèr
VII. Corrado Fedalbergo, neofita
VIII. La Bella Rosa
IX. Le tre sorelle cattarine
X. Armando Rabighini detto El Kurtèll, alias Ariacruda
XI. Il conte Leone Fortebraccio Michelozzi, eroe
XII. Erzsébet
XIII. Bruno Capek
Glossario

Acquista:

a stampa € 12,00
collana "Storica paperbacks"
pp. 208, 978-88-15-28752-6
anno di pubblicazione 2020

Leggi anche

copertina Castel del Monte
copertina Ultime storie di Adriatico
copertina Le sette parole di Cristo
copertina Hereford