il Mulino

BLACK WEEK: FINO AL 25 NOVEMBRE
-5% E CONSEGNA GRATUITA SU TUTTO IL CATALOGO, NOVITA' COMPRESE

Copertina Io, il popolo

Acquista:

a stampa € 24,00
e-book € 16,99
Formato:  Kindle , ePub
collana "Saggi"
pp. 352, Brossura, 978-88-15-28601-7
anno di pubblicazione 2020

NADIA URBINATI

Io, il popolo

Come il populismo trasforma la democrazia

Che tipo di democrazia è la democrazia populista? Da non confondersi con i regimi dittatoriali e autoritari, il populismo – nella prospettiva dell’autrice – va considerato una variante del governo rappresentativo, basata sul rapporto diretto tra un leader e il «suo popolo», rivendicato come «vero» contro l’establishment. Il rischio democratico non risiede allora nella domanda di espansione della democrazia, o nell’enfasi posta sul richiamo al popolo, ma nella selettività con cui il leader individua il suo popolo, facendone un’arma di parte da brandire contro l’altro. Il popolo dei populisti di fatto rifugge dall’inclusività e dalla generalità del popolo sovrano. Un contributo illuminante alla comprensione di un atteggiamento e di una prassi politica segnati da un crescente successo.

Nadia Urbinati è professore ordinario di Teoria politica alla Columbia University di New York. Collabora a diversi quotidiani nazionali; tra i suoi libri ricordiamo «Democrazia in diretta. Le nuove sfide alla rappresentanza» (Feltrinelli, 2013), «Democrazia sfigurata. Il popolo tra verità e opinione» (Egea, 2014) e «Utopia Europa» (Castelvecchi, 2019).

Prefazione all’edizione italiana
Introduzione. Una nuova forma di governo rappresentativo
1. Come il populismo trasforma la democrazia rappresentativa.
2. Contesti, comparazioni e il rischio di fascismo.
3. Interpretazioni.
4. Una mappa dei capitoli del libro.
I. Dall’antiestablishment all’antipolitica
1. La costruzione della faziosità e lo «spirito» del populismo.
2. Una «volonté générale» capovolta.
3. Alle radici dell’ideologia morale del populismo.
4. Alle radici della strategia discorsiva.
5. I pochi insopportabili.
6. Incolpevoli di governo: l’antipolitica dell’ordinario.
7. Il potere corrompe.
8. L’attacco populista all’establishment.
9. Una questione di interpretazione.
10. La critica dell’establishment è democratica.
11. Conclusione.
II. Il vero popolo e la sua maggioranza
1. Popolo/Popolismo.
2. Maggioranza/Maggioritarismo.
3. Le condizioni materiali e la questione dell’impoverimento.
4. Conclusione.
III. Il leader oltre i partiti
1. Figura, voce e potere monoarchico.
2. Il partito di una parte.
3. Conclusione.
IV. Rappresentanza diretta
1. Referendum e plebisciti.
2. Due processi rappresentativi.
3. La camera oscura e la «pleonexia» della popolarità.
4. Il declino dei corpi intermedi e l’affermazione della democrazia della rete.
5. Populismo digitale.
6. La democrazia della rete per risolvere il dilemma di Michels?
7. Conclusione.
Epilogo. Una via senza uscita?
Ringraziamenti
Indice dei nomi

Leggi anche

copertina Giustizia e mito
copertina Viva la sinistra
copertina Fake news
copertina Sociologia delle migrazioni