GASTONE BRECCIA

Missione fallita

La sconfitta dell'Occidente in Afghanistan

Il 7 ottobre 2001 gli Stati Uniti attaccarono l’Emirato Islamico dell’Afghanistan, allora recente creazione del movimento dei talebani che avevano ospitato e protetto il gruppo estremista al-Qa’ida e il suo capo Osama bin Laden, responsabili dell’attacco contro le Twin Towers. Oggi, la guerra sta per concludersi. Le speranze di costruire un paese stabile, democratico, capace di integrarsi nell’economia globale sono tramontate da tempo. Gli Stati Uniti e i loro alleati della Nato non soltanto non sono riusciti a piegare la resistenza dei talebani e a produrre ordine e sicurezza in Afghanistan, ma hanno perso buona parte della loro credibilità militare e politica.

Gastone Breccia insegna Storia bizantina e Storia militare antica nell’Università di Pavia. Con il Mulino ha pubblicato «L’arte della guerriglia» (2013), «Le guerre afgane» (2014), «1915: l’Italia va in trincea» (2015), «Guerra all’Isis. Diario dal fronte curdo» (2016), «Corea, la guerra dimenticata» (2019).

Premessa. I vivi e i morti
I. La long war: l’intervento militare occidentale in Afghanistan (2001-2019)
1. Colloqui di pace, 2011-2019
2. Guerra senza fine
3. La guerra sbagliata
4. I fuggitivi
5. «Assicurare il futuro dell’Afghanistan»
6. L’inutilità della forza
7. «Conquistare i cuori e le menti»
8. Il fallimento dei migliori
9. Exit strategy
II. L’Italia in Afghanistan (2003-2019)
1. Eufemismi
2. Regole d’ingaggio
3. La via maestra
4. «Resolute Support»
5. Nomi sulla pietra
III. Addio a Kabul
1. Nobili motivi
2. «They don’t stand a chance»
3. Il declino dell’impero americano
Conclusione. Dead end – strada senza uscita
Appendice. Gli Afghanistan Papers
Carte
Bibliografia
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 15,00
e-book € 10,99
Formato:  ePub , Kindle
collana "Contemporanea"
pp. 176, 978-88-15-28585-0
anno di pubblicazione 2020

Leggi anche

copertina Dubai, l'ultima utopia
copertina Il Congresso di Vienna
copertina Le guerre afgane
copertina Gli schiavi nel mondo greco e romano