JONATHAN WOLFF

Perché leggere Marx

Dopo la caduta del muro di Berlino e il fallimento dei regimi marxisti, è parso a molti che il filosofo di Treviri non avesse più nulla da dire. A duecento anni dalla nascita, è giunto il tempo di un bilancio più meditato. Questo libro guida il lettore a separare il Marx critico della società ottocentesca dal Marx profeta della società a venire, e a riconoscere in lui il più autorevole critico del modello liberale, capitalista e borghese. Piuttosto che nella verità delle sue teorie, la grandezza del pensatore è da ravvisarsi nell’originalità e nella capacità d’intuizione e di visione sistematica.

Jonathan Wolff è professore di Public Policy alla Blavatnik School of Government, Oxford University. Firma una rubrica sul «Guardian». Tra i suoi libri segnaliamo: «Ethics and Public Policy. A Philosophical Inquiry» (2011), «The Human Right to Health» (2012) e «An Introduction to Political Philosophy» (20163).

Presentazione dell'edizione italiana
Prefazione
Introduzione
I. Gli scritti giovanili
1. Introduzione
2. La religione
3. La filosofia del materialismo storico
4. Il lavoro e l'alienazione
5. La moneta e il credito
6. Il liberalismo
7. L'emancipazione
8. Conclusioni
II. Classe, storia e capitale
1. Classe
2. Storia
3. L'economia del capitalismo
4. La transizione al comunismo
5. La natura del comunismo
III. Un bilancio
1. Introduzione
2. Gli scritti giovanili
3. La teoria della storia
4. La teoria economica
5. Il comunismo
6. La natura umana
7. Conclusioni
Letture consigliate
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 12,00
collana "Universale Paperbacks il Mulino"
pp. 120, 978-88-15-27517-2
anno di pubblicazione 2018

Leggi anche

copertina Husserl
copertina Storia della globalizzazione
copertina La mente del viaggiatore
copertina La sciabola di Sieyès