CLAUDIO GIUNTA

E se non fosse la buona battaglia?

Sul futuro dell'istruzione umanistica

«In proporzione con i suoi marmi, i suoi affreschi, l’Italia ha ereditato questa retorica istupidente, questa nozione della cultura classica come qualcosa che nobilita grazie al semplice contatto, come la mano del sovrano nelle superstizioni medievali...»

In Mio figlio professore, anno 1946, il bidello Aldo Fabrizi, diventato padre, annuncia che da grande il figlio farà «er professore de latino». Ben pochi genitori, oggi, direbbero una cosa del genere. Il libro parte da questa constatazione per riflettere sul futuro dell’istruzione umanistica. Lo fa avanzando alcune proposte sul modo in cui questa istruzione si potrebbe riformare, a scuola e all’università; e interrogandosi su alcune questioni cruciali: se il canone umanistico che ha formato le generazioni passate ha ancora un senso e un’utilità; se è possibile comunicarlo non a un’élite di studenti ma a una massa; e se insomma la trasmissione di quel sapere corrisponde davvero alla «buona battaglia» che molti insegnanti ritengono di combattere, o se invece è tutta un’illusione, una favola che ci raccontiamo per non dover ammettere che le cose che una volta credevamo vere e importanti non lo sono più.

Claudio Giunta insegna Letteratura italiana all’Università di Trento. Scrive sul Domenicale del «Sole 24 Ore» e sul sito di «Internazionale». Il suo blog è www.claudiogiunta.it. I suoi libri più recenti per il Mulino sono: «Una sterminata domenica. Saggi sul paese che amo» (2013) e «Essere #matteorenzi» (2015).

Premessa
PARTE PRIMA. SCUOLA
1. Sì, ma a che serve?
2. Metonimia internazionale
3. Manca Della Valle
4. Dante nel pomeriggio
5. Cosa fare (e non fare) nell'ora di italiano
6. La «Buona Scuola»
7. Di cosa parliamo quando parliamo di scuola digitale?
8. Fine del classico come metonimia
9. Requiem per la scuola?
10. Perché odiate me?
PARTE SECONDA. UNIVERSITÀ
11. La nostra sconcertante mancanza di materialismo
12. Piagnistei
13. Homo festivus entra all'università
14. Ha ancora senso fare Lettere?
15. Ha ancora senso fare un dottorato in discipline umanistiche?
16. Certo che ha senso fare un dottorato in discipline umanistiche. Ma come?
17. I dottori di ricerca dovrebbero avere la possibilità di insegnare a scuola
18. Troppe tesi?
19. Come selezionare gli insegnanti?
20. Idonei a insegnare?
21. Didattica della fuffa
22. Saper scrivere potrebbe non essere così importante
23. Dormìtat
Epilogo. E se non fosse la buona battaglia?
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 16,00
prezzo di copertina € 11,99
e-book € 10,19
Formato:  ePub , Kindle
collana "Intersezioni"
pp. 312, 978-88-15-27279-9
anno di pubblicazione 2017

Leggi anche

copertina Quando l'amore finisce
copertina Chi ha e chi non ha
copertina Ordo amoris
copertina Perché l'amore fa soffrire