#iorestoacasa
Il sito internet e il magazzino del Mulino sono pienamente operativi. Faremo del nostro meglio per fornire tutta l’assistenza necessaria; per evadere il più rapidamente possibile l'elevato numero di ordini in arrivo, le domande sui tempi di consegna inviate a diffusione@mulino.it riceveranno risposta solo se la destinazione rientrasse nelle zone a ridotta operatività dei corrieri, soggette a continui aggiornamenti.

Il costo di spedizione per corriere di libri e fascicoli acquistati su www.mulino.it è ridotto da € 5,20 a € 3; l’invio per corriere è gratuito per acquisti di importo superiore a € 32.

JOZE PIRJEVEC

Serbi croati sloveni

Nella fascia di territorio che dalle porte di Trieste si estende fino a quelle di Salonicco si insediarono, a partire dal VI-VII secolo, a seguito delle grandi migrazioni abbattutesi sull’impero romano, popolazioni slave da cui deriveranno tre grandi etnie: serbi, croati e sloveni. Caratterizzati da storia, tradizioni, lingua e alfabeto diversi, croati e sloveni da una parte, serbi dall’altra sono stati divisi per secoli da due grandi formazioni imperiali, quella asburgica e quella ottomana, che hanno deciso del destino dell’Europa e del Mediterraneo. Il libro narra le vicende legate alle tre nazioni – dalle origini ai giorni nostri – nel loro intreccio con quelle di altri gruppi (bosniaci, montenegrini, abitanti del Kosovoe della Macedonia).

Joze Pirjevec, dopo aver insegnato Storia contemporanea dell’Europa orientale all’Università di Padova e Storia dei paesi slavi all’Università di Trieste, insegna ora Storia contemporaneaa Koper/Capodistria. Tra le sue opere: «Il giorno di San Vito. Jugoslavia 1918-1992» (Nuova Eri, 1993) e, per Einaudi, «Le guerre jugoslave 1991-1999» (2001), «Foibe, una storia d’Italia» (2009), «Tito e i suoi compagni» (2015).

Premessa alla terza edizione
I. Serbi
Dall'insediamento nei Balcani alla battaglia del Kosovo
All'ombra del sultano
Le grandi migrazioni
Il Montenegro e la Russia zarista
Dal pascialato di Belgrado alla nascita dello stato serbo
Tra Jugoslavia e Grande Serbia
L'età delle congiure: «la mano nera»
L'attentato di Sarajevo e la Grande Guerra
Il Regno dei serbi, croati e sloveni: nasce la Jugoslavia
La Seconda guerra mondiale: tra cetnici e partigiani
La nuova Jugoslavia
Etnie a confronto
I presupposti della crisi: dal problema del Kosovo alla guerra di conquista
Guerra e sconfitta
II. Croati
Un mosaico di dialetti
Nell'orbita ungherese
Alla ricerca di un equilibrio tra gli Asburgo e Venezia
Il lentro tramonto della repubblica di Dubrovnik
Il «rinascimento slavo» e l'idea della Grande Illiria
Il problema croato come problema europeo
La questione della Bosnia-Erzegovina e i moti studenteschi
I rapporti con l'Italia: Fiume, l'Istria e la Dalmazia
Riemerge il nazionalismo croato: gli ustascia
Il partito comunista croato
Il ruolo degli intellettuali
La folle guerra del 1991
La vittoria e l'avvio alla normalità
III. Sloveni
Alla ricerca di un'identità politica
Le rivolte dei contadini
Primož Trubar e la riforma protestante come rinnovamento culturale
L'apertura dei «tempi nuovi»
Il problema nazionale: dall'austroslavismo al programma jugoslavo
Il fronte isontino nella Prima guerra mondiale
Nell'orbita della Serbia
Germania e Italia: due pericolosi vicini
La resistenza slovena
La questione di Trieste
Sotto il segno di Tito: una Jugoslavia unita, ma non troppo
I difficili rapporti con Belgrado
1991: nasce lo stato sloveno
La transizione
Glossario minimo
Bibliografia
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 15,00
collana "Universale Paperbacks il Mulino"
pp. 236, 978-88-15-25936-3
anno di pubblicazione 2015
nuova edizione

Leggi anche

copertina La decolonizzazione
copertina La guerra d'Algeria
copertina L'Asia orientale
copertina La Cina dal 1949 a oggi