GEORG SCHMIDT

La guerra dei Trent'anni

Dal 1618 al 1648 gli Stati dell’Europa centrale furono lacerati da una serie pressoché ininterrotta di violenti conflitti politici e religiosi. Innescata dall’antagonismo che contrapponeva i principi protestanti all’autorità imperiale cattolica, la guerra dei Trent’anni assunse dimensioni paneuropee anche a causa dell’intervento di altre potenze (Svezia, Francia, Spagna). Questo libro ricostruisce le cause, lo svolgimento, le conseguenze della grande crisi seicentesca, dalla Defenestrazione di Praga alla Pace di Westfalia.

Georg Schmidt insegna Storia moderna nell’Università di Jena. Fra i suoi libri: «Geschichte des Alten Reiches» (1999).

Introduzione
I. La Germania nell'età confessionale
1. «Piccola glaciazione», crisi economica e conflitti sociali
2. Confessionalizzazione e nazione tedesca
3. Il sistema politico imperiale alla vigilia della guerra
II. Dal conflitto dei ceti in Boemia allo sgomento in tutta la Germania (1618-1629)
1. Il potere in Boemia
2. Dalla Boemia al Meclemburgo
3. L'editto di restituzione
III. Asburgo, Svezia e Francia (1630-1643)
1. Gustavo Adolfo e l'intervento svedese
2. La Germania sotto l'egemonia svedese
3. La pace di Praga e il dominio imperiale
4. Ricomincia la guerra
IV. Dalla guerra verso la pace (1643-1648
1. Fronti confusi
2. I negoziati di pace
3. La pace di Vestfalia
V. Dopo la guerra
1. I soldati
2. La vita quotidiana, la miseria e le conseguenze
Conclusioni
1. Dall'impero tedesco meridionale all'impero-stato tedesco
2. La nazione in guerra
3. La ricezione della pace
Letture consigliate
Indice dei nomi

Acquista:

prezzo di copertina € 11,50
a stampa € 9,20
collana "Storica paperbacks"
pp. 132, 978-88-15-25845-8
anno di pubblicazione 2015

Leggi anche

copertina La guerra dei Sette anni
copertina La guerra dei Cent'anni
copertina Le parole della politica
copertina Una nazione allo sbando