PAOLO BRICCO

L'Olivetti dell'Ingegnere

(1978-1996)

«La traiettoria della Olivetti assomiglia al volo della farfalla. Dall’informatica alla telefonia. Dalla manifattura ai servizi. Non un mutamento di pelle. Ma un mutamento di natura. Una metamorfosi magari solitaria, in coerenza con una anomalia storica olivettiana accentuate dal profilo di outsider di De Benedetti. Ma, di certo, né triste né final.»

Nel 1978, all’arrivo di Carlo De Benedetti, la Olivetti è in grave difficoltà. Un’impresa senza imprenditore, nel declino seguito alla morte di Adriano. Sotto la guida dell’Ingegnere l’azienda vive un’intensa stagione di sviluppo, fondata sulla produzione di personal computer (l’M24 è il pc più venduto al mondo) e sull’ampliamento dei prodotti: fax, fotocopiatrici, stampanti. A cavallo fra anni Ottanta e Novanta, condivide con le altre imprese elettroniche europee di radice fordista la dura rimodulazione dell’informatica, ma sperimenta pure la felice metamorfosi nella telefonia con Omnitel. Un mutamento di natura, unico nel panorama internazionale: dalla crisi della fabbrica ai nuovi servizi. Il cerchio si chiude nel 1996, quando De Benedetti lascia la guida del gruppo. L’autore ha per primo consultato il Fondo Presidenza Carlo De Benedetti dell’Archivio Storico Olivetti e le Carte Private dell’imprenditore. Grazie a una documentazione ricca e inedita, ha ricostruito una vicenda esemplare del Novecento italiano che, con i suoi successi e i suoi limiti, ha avuto nella Olivetti uno snodo essenziale: industria e tecnologia, politica e cultura, storia e destino.

Paolo Bricco, giornalista e storico, è inviato del «Sole 24 Ore», specialista in economia e politica industriale. Ha pubblicato «Olivetti, prima e dopo Adriano. Industria, cultura, estetica» (L’Ancora del Mediterraneo, II ed. 2009).

I. Anomalia e anomalie. L'Olivetti antebenedettiana, il De Benedetti preolivettiano
1. Fuori e dentro l'establishment
2. La (forte) anomalia olivettiana
3. La (debole) alterità postadrianea
4. La (robusta) differenza debenedettiana
II. Il turnaround e la metamorfosi informatica
1. L'impresa senza imprenditore
2. L'impresa senza profitti
3. Il disfacimento e il ruolo di Visentini
4. Il senso di ultima spiaggia: il lavoro sulla dirigenza
5. Il budget come moderna chiave a stella
6. Il nuovo codice debenedettiano
7. Il profilo finanziario dell'ingresso di De Benedetti
8. Il rapporto «necessario» con Mediobanca
9. La ristrutturazione del debito
10. Il tema del controllo di gestione e la sincronicità del corpo aziendale
11. L'ET 101 e il professor Momigliano: dall'econometria burocratica all'imprenditore schumpeteriano
12. Il metodo della pressione dall'alto: la ricerca ossessiva (e top-down) dei margini
13. La produttività e l'occupazione
14. Il groviglio del software
15. La fine della disorganicità come metodo
16. Il complesso rapporto con l'identità olivettiana
III. L'Olivetti debenedettiana e il mondo
1. La rivoluzione del personale computer e l'M24 perno della nuova internazionalizzazione dell'impresa
2. Dalla compiutezza del turnaround allo sviluppo
3. L'impresa fra radicamento italiano e spinta internazionale
4. L'opzione europea: il silenzioso socio francese e gli effetti delle nazionalizzazione mitterrandiane
5. La prospettiva americana: le ragioni strategiche del clamoroso socio americano e la best girl in town
6. Il negoziato con AT&T, socio finanziario e industriale
7. Scommettere sulla vita o sui soldi? L'assenza della call per gli americani
8. La natura non speculativa dell'operazione americana
9. La politica delle acquisizioni e il corporate venture capital fra innovazione ed erraticità
10. I capelli lunghi dei due Steve e il mancato investimento in Apple
11. La pressione modellatrice e i deficit dell'alleanza statunitense
IV. L'Olivetti e la politica
1. Bruno Visentini, un elitario di sistema
2. L'outsider Carlo De Benedetti e la politica
3. L'Imprenditore e il Segretario Generale: il sodalizio con Enrico Berlinguer
4. Dal falco a interlocutore privilegiato del Partito Comunista
5. Il pci, De Benedetti e gli altri imprenditori
6. Il gioco del potere: la Dc, Il psi e i soliti sospetti
7. Il Vescovo e l'Imprenditore: lo scambio epistolare fra Bettazzi e De Benedetti
8. Il ruolo della borghesia imprenditoriale nella transizione italiana
9. Il caso della seconda conferenza nazionale del Pci sulla Olivetti
V. Il guado della metà degli anni Ottanta: l'apice e l'inizio della discesa
1. L'Olivetti come benchmark del sistema industriale italiano
2. Il grande terremoto e la pioggia scura sull'industria internazionale dell'informatica
3. L'asimmetria con i Paesi concorrenti: le politiche industriali degli altri
4. L'idrovora dell'Iri e la distorsione della mano pubblica
5. La poca politica industriale e l'egemonia della Fiat
6. Le politiche di acquisizioni in Italia e il processo di quotazione delle controllate
7. Il dilemma dell'Impresa e dell'Imprenditore: l'altro De Benedetti e il caso Société Générale de Belgique
8. La fine dell'alleanza incompiuta con AT&T
9. Le strategie interne di reazione al collasso
10. Il modello organizzativo tripartito: la cannibalizzazione
11. La grande crisi del 1991
12. La rottura con la comunità olivettiana
VI. La tempesta perfetta e l'ultima metamorfosi: dalla fabbrica ai servizi
1. La crisi delle imprese informatico-fordiste
2. Il disorientamento strategico, la rincorsa organizzativa e l'apnea tecnologica
3. L'irrisolta questione manageriale
4. L'amara cura di Mediobanca
5. La normalizzazione dell'outsider
6. L'uscita di Corrado Passera
7. L'estate di Francesco Caio
8. La crisi olivettiana, il berlusconismo e il cambio di stagione in Italia
9. La nascita di Omnitel: il tema regolatorio, politico e finanziario
10. La fisionomia del successo e il valore creato dalla telefonia
11. Omnitel come negazione del fordismo
12. L'ultima lettera di Enrico Cuccia
13. Il dilemma dell'Imprenditore e l'uscita dal Novecento
Appendice
Bibliografia
Fonti
Ringraziamenti
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 20,00
e-book € 14,99
Formato:  ePub , Kindle
collana "Saggi"
pp. 432, Brossura, 978-88-15-25374-3
anno di pubblicazione 2014

Leggi anche

copertina Cassa Depositi e Prestiti
copertina Donne medievali
copertina Il grande racconto di Roma antica e dei suoi sette re
copertina Le dimore di Dio