Copertina Politica in Italia

Acquista:

prezzo di copertina € 27,00
a stampa € 21,60
e-book € 18,99
Formato:  ePub , Kindle
collana "Pubblicazioni dell'Istituto Carlo Cattaneo"
pp. 352, Brossura, 978-88-15-24670-7
anno di pubblicazione 2013

ALDO DI VIRGILIO, CLAUDIO M. RADAELLI (a cura di)

Politica in Italia

I fatti dell'anno e le interpretazioni. Edizione 2013

Il 2012 è stato l’anno del professor Mario Monti, il «podestà forestiero» al quale il presidente Giorgio Napolitano aveva affidato il compito di salvare l’Italia dal baratro finanziario e di restituire credibilità al paese nell’arena internazionale. Misurato sull’arco dell’intero anno, il bilancio del governo tecnico presenta luci e ombre: allontanato il pericolo del default, sono mancati risultati concreti sul versante della ripresa economica. La «strana maggioranza» che ha sostenuto il governo Monti in Parlamento – Pdl, Pd e Udc – non ha fatto meglio. Nonostante le pressioni di Napolitano, i partiti hanno perso un’altra occasione – l’ultima? – per attuare riforme istituzionali improrogabili e per mettere mano seriamente ai costi e ai privilegi della politica. Chi ha beneficiato di questa situazione è stato il Movimento 5 stelle, che mira a un rovesciamento di tutti gli equilibri politici. A fine 2012 le condizioni dell’Italia restano difficili. Lo sforzo di risanamento avviato a caro prezzo dal governo Monti può essere vanificato in poco tempo e il rischio che l’orologio del paese torni alle drammatiche settimane dell’autunno 2011 non è scongiurato.

Indice: Gli avvenimenti del 2012, a cura di R. Vignati. - Introduzione. L’anno del podestà forestiero, di A. Di Virgilio e C.M. Radaelli. - 1. Costi della politica e riforme: sforbiciatine, di S. Rizzo e G.A. Stella. - 2. La sfida del Movimento 5 stelle, di R. Vignati. - 3. Quando la magia svanisce: Bossi perde la leadership, la Lega perde attrattiva, di A. Cento Bull. - 4. Primarie per il premier. La selezione dei candidati tra innovazione e manipolazione, di G. Pasquino e M. Valbruzzi. - 5. Il governo tecnico di Mario Monti, di D. Giannetti. - 6. L’attività del Parlamento nell’anno del governo tecnico, di A. Pedrazzani e L. Pinto. - 7. L’Italia, la troika e le cancellerie: rientro in Europa?, di F. Stolfi. - 8. Spending review in Italia. Uso e abuso di un termine, di C. Goretti e L. Rizzuto. - 9. Le riforme del welfare nella crisi del debito italiano: pensioni, lavoro, ammortizzatori sociali, di S. Sacchi. - 10. La mobilitazione degli interessi e le liberalizzazioni «emendate» del governo Monti, di L. Mattina. - 11. Fra contrappasso e riforma: Vatileaks e la politica italiana, di A. Melloni. - 12. Un anno di movimenti: dai No-Tav al M5s, di L. Mosca. - Appendice documentaria, a cura di V. Sartori.
 

Aldo Di Virgilio insegna Scienza politica e Sistema politico italiano all’Università di Bologna, Dipartimento di Scienze politiche e sociali. Tra le sue più recenti pubblicazioni i saggi (con S. Reed e con J. Kato) nel volume «A Natural Experiment on Electoral Law Reform: Evaluating the Long Run Consequences of 1990s Electoral Reform in Italy and Japan» (a cura di D. Giannetti e B. Grofman, Springer, 2011) e «I delegati congressuali di partito» («Polis», 2/2011, special issue curata con P. Bordandini e R. Mulé). Claudio M. Radaelli insegna Scienze politiche all’Università di Exeter, dove dirige il polo di eccellenza Jean Monnet Centre for European Governance. Condirettore della rivista «European Journal of Political Research», ha recentemente pubblicato «Designing Research in the Social Sciences» (Sage, 2012) con M. Maggetti e F. Gilardi e curato con T. Exadaktylos «Research Design in European Studies: Establishing Causality in Europeanization» (Palgrave, 2012).

Leggi anche

copertina Politica in Italia
copertina Politica in Italia
copertina Politica della legislazione, oltre la crisi
copertina Costituzione e lavoro oggi