Copertina Verga

Acquista:

a stampa € 16,00
collana "Itinerari"
serie "Profili di storia letteraria, a cura di Andrea Battistini"
pp. 184, Brossura, 978-88-15-24170-2
anno di pubblicazione 2013

Pensata come complemento della «Storia della letteratura italiana» (6 voll., 2005), questa serie di «Profili» ne ripropone la formula introduttiva. Collocandolo nel quadro storico e sociale della sua epoca, ogni volume presenta uno dei grandi autori della tradizione letteraria italiana, ne discute criticamente le opere e ne illustra la poetica.

Indice del volume: Premessa. - I. Gli anni della formazione (1840-1865). - II. Fra Catania e Firenze (1865-1872). - III. I primi anni milanesi (1872-1877). - IV. Verga diventa verista (1877-1880): Vita dei campi e dintorni. - V. Verso I Malavoglia: questioni di poetica. - VI. I Malavoglia (1881). - VII. Anni di nuove sperimentazioni, fra novellistica, teatro e romanzo (1881-1887). - VIII. Mastro-don Gesualdo (1888-1889). - IX. Gli anni del declino (1890-1922). - Cronologia. - Per saperne di più. - Indice dei nomi.

Pierluigi Pellini insegna Letterature comparate nell’Università di Siena. Fra i suoi volumi ricordiamo: «In una casa di vetro. Generi e temi del naturalismo europeo» (Le Monnier, 2004) e «Le toppe della poesia. Saggi su Montale, Sereni, Fortini, Orelli» (Vecchiarelli, 20062). È inoltre il curatore dei «Romanzi» di Émile Zola pubblicati nei «Meridiani» Mondadori.

Premessa

I. Gli anni della formazione (1840-1865)

1. Un' educazione romantica e risorgimentale nella provincia siciliana
2. Romanzo storico, romanzo politico, romanzo d'appendice
3. Attività giornalistica e impegno politico
4. Retaggi romantici, paradossi storici, possibili annunci di avvenire

II. F ra Catania e Firenze (1865-1872)

1. Necessità del viaggio
2. Il primo romanzo 'mondano': Una peccatrice
3. Amicizie letterarie: i salotti fiorentini, Dall'Ongaro, Capuana
4. Il primo successo: il pathos intimista di Storia di una capinera
5. Il personaggio femminile, ultimo custode di autenticità romantica

II. I primi anni milanesi (1872-1877)

1. Da Firenze a Milano: Eva
2. L'ambiguo scandalo di un romanzo scapigliato
3. Altri due romanzi 'mondani': Tigre reale e Eros
4. L'esaurimento della tematica 'mondana'
5. Una lettera rivelatrice
6. Una novella rusticale (non verista): Nedda
7. 'Conversione'? Impersonalità?
8. Il contesto di una svolta: Milano, l'inchiesta di Franchetti e Sonnino, L'Assommoir
9. Sperimentazioni novellistiche

IV. Verga diventa verista (1877-1880): Vita dei campi e dintorni

1. Il primo e l'ultimo uomo del mondo
2. Nel laboratorio di una novella: Jeli il pastore
3. Specificità della variantistica verghiana
4. Scelte editoriali
5. Storie di orfani
6. Rosso Malpelo: orgoglio e rassegnazione
7. Il personaggio incoerente: Pentolaccia (e ancora Jeli)
8. La lettera dedicatoria dell'Amante di Gramigna: una poetica naturalista
9. Cavalleria rusticana: verismo e (melo)dramma

V. Verso I Malavoglia: questioni di poetica

1. I primi abbozzi
2. Il progetto dei Vinti: «serie», non 'ciclo'
3. Divisione degli stili?
4. L'influsso decisivo di Edmond de Goncourt
5. Verso la pubblicazione
6. Fantasticheria
7. Il mondo visto da lontano
8. Evoluzionismo e pessimismo: la Prefazione ai Malavoglia
9. «Bramosìe» e «ambizioni»? Impersonalità e ideologia

VI. I Malavoglia (1881)

1. Protagonisti e antagonisti
2. I proverbi di padron 'Ntoni: una saggezza inutile
3. I proverbi di zio Crocifisso: una saggezza ipocrita
4. Narratore e coro: livelli stilistici e ideologici
5. Un romanzo 'monotono' e paradossalmente monologico?
6. Percezioni, descrizioni
7. Romanzo familiare?
8. Romanzo di formazione?
9. L'esilio di 'Ntoni: un finale tragico?
10. Il riscatto della casa del nespolo: un lieto fine?
11. Romanzo storico?
12. «Fiasco, fiasco pieno e completo»

VII. A nni di nuove sperimentazioni, fra novellistica, teatro e romanzo (1881-1887)

1. «Quel cornuto Marito di Elena» (1882)
2. Un naturalismo freddo e disincantato: la poetica delle Novelle rusticane
3. L''ultimo mito: La roba
4. Un mondo senza luce e senza pathos: Il Reverendo, Don Licciu Papa
5. Due novelle corali: Pane nero e Malaria
6. Una novella (anti)storica: Libertà
7. L'Assommoir a Milano? Per le vie
8. Il verismo a teatro
9. Una raccolta disomogenea, una novella di mafia: Drammi intimi, La chiave d'oro
10. Frammenti di un romanzo picaresco: Vagabondaggio

VII. Mastro-don Gesualdo (1888-1889)

1. Due diversi romanzi?
2. Fisiologia
3. Psicologia
4. Polifonia
5. Il tempo
6. Storia di uno sradicato
7. Incomunicabilità
8. Mastro Nunzio, parodia del pater familias
9. Una poetica della ripetizione
10. Il finale

IX. Gli anni del declino (1890-1922)

1. L’interruzione dei Vinti: ragioni ideologiche, storico-letterarie, esistenziali?
2. Un'aporia stilistica
3. Nuovi racconti 'mondani': I ricordi del capitano d'Arce
4. Finzioni del teatro e della vita: Don Candeloro e C.i
5. Le ultime prove teatrali, l’ultimo romanzo, il silenzio
6. Epilogo

Cronologia


Per saperne di più

Indice dei nomi

Leggi anche

copertina Pascoli
copertina Pirandello
copertina Manzoni
copertina Leopardi