MASSIMO DE GIUSEPPE

La rivoluzione messicana

Il volume ricostruisce la storia della rivoluzione messicana, individuandone, oltre ai passaggi significativi, le implicazioni politiche, militari, economiche, sociali e culturali. Figure storiche e mitizzate come quelle di Emiliano Zapata, Pancho Villa, Francisco Madero, Venustiano Carranza e Álvaro Obregón accompagnano una storia corale che riflette la pluriculturalità di un paese impegnato in quella che fu la prima grande rivoluzione e guerra civile del Novecento. Tra dimensione locale, nazionale e globale, la rivoluzione messicana è divenuta nel tempo un grande generatore di costruzioni politiche, simboliche e perfino identitarie.

Massimo De Giuseppe, ricercatore di Storia contemporanea, insegna presso l’Università Iulm di Milano. È autore di «Messico 1900-1930. Stato, chiesa, popoli indigeni» (Morcelliana, 2007) e, con I. Campos, di «La cruz de maiz. Política, religión y identidad en México entre crisis de la colonia y crisis de la modernidad» (2011).

Introduzione
I. Il regime porfiriano, la crisi e le premesse rivoluzionarie (1900-1910)
II. L'età di Madero e i fuochi rivoluzionari (1910-1913)
III. Dal golpe all'estensione rivoluzionaria (1913-1914)
IV. Le armi, la terra, la diplomazia: il progetto costituzionalista e la Convenzione (1914-1915)
V. La guerra civile e il trionfo costituzionalista (1915-1917)
VI. La stagione costituente (1917-1920)
Conclusioni. All'ombra della rivoluzione
Glossario
Cartine
Indice dei nomi

Acquista:

prezzo di copertina € 15,00
a stampa € 14,25
e-book € 10,99
Formato:  Kindle , ePub
collana "Universale Paperbacks il Mulino"
pp. 256, 978-88-15-23938-9
anno di pubblicazione 2013

Leggi anche

copertina La fine dell'impero ottomano
copertina Le guerre persiane
copertina Friedrich A. von Hayek
copertina Storia dei Balcani