ENZO TRAVERSO

La violenza nazista

Una genealogia

"Una lettura nuova delle origini dello sterminio... un saggio di forza dirompente" (Gustavo Corni)

L'Europa dell'Ottocento, l'Europa del capitalismo industriale, dell'imperialismo, del colonialismo, del darwinismo sociale, dell'eugenismo, è stata il laboratorio del nazismo. I campi di sterminio, argomenta questo saggio, furono espressione della razionalità produttiva e amministrativa del mondo moderno. Il nazismo coniugò questa "modernità" materiale con una cultura, anch'essa ottocentesca, fatta di stereotipi razzisti e antisemiti, della legittimazione dei genocidi coloniali, di una nuova immagine dell'ebreo degradato a metafora di una malattia del corpo sociale.

Enzo Traverso insegna nella Facoltà di Scienze politiche dell'Université de Picardie "Jules Verne" di Amiens. Con il Mulino ha pubblicato anche "Gli ebrei e la Germania" (1994), "Auschwitz e gli intellettuali" (2004), "A ferro e fuoco" (nuova ed. 2008).

Introduzione
1. Sorvegliare, punire e uccidere
2. Conquistare: la violenza coloniale
3. Distruggere: la guerra totale
4. Classificare e reprimere
5. Sterminare: l'antisemitismo nazista
Conclusione
Indice dei nomi

Acquista:

prezzo di copertina € 12,00
a stampa € 9,60
collana "Storica paperbacks"
pp. 220, 978-88-15-13785-2
anno di pubblicazione 2010

Leggi anche

copertina L'Urss di Lenin e Stalin
copertina Il secolo-mondo. Storia del Novecento. I
copertina Il secolo-mondo. Storia del Novecento. II
copertina La previdenza del regime