il Mulino

BLACK WEEK: FINO AL 25 NOVEMBRE
-5% E CONSEGNA GRATUITA SU TUTTO IL CATALOGO, NOVITA' COMPRESE

Copertina Psicologia dell'emergenza

Acquista:

a stampa € 23,00
collana "Itinerari"
pp. 264, Brossura, 978-88-15-12802-7
anno di pubblicazione 2009

LUCA PIETRANTONI, GABRIELE PRATI

Psicologia dell'emergenza

Disastri, incidenti e lutti rappresentano eventi critici nella vita delle persone così come delle collettività. I processi psicosociali di individui, gruppi e organizzazioni nelle situazioni di crisi sono l'oggetto di studio della psicologia dell'emergenza. Cosa succede nella mente e nel corpo quando si è in pericolo? Che cosa ci porta ad abbandonare o meno i luoghi durante un'alluvione o un incendio? Quali sono le conseguenze psicologiche di eventi potenzialmente traumatici, e che cosa facilita la resilienza? Quando l'esperienza della perdita diventa un "lutto complicato"? Quali strategie mentali utilizzano i soccorritori che si trovano ad affrontare morte e sofferenza? Che impatto hanno disastri e incidenti sulle pratiche sociali e sulla vita di una comunità? Il volume offre una panoramica completa e aggiornata sul tema, presentando i modelli teorici, i dati epidemiologici recenti e una rassegna delle metodologie di intervento più efficaci per "preparare" una comunità all'emergenza e per mitigare lo stress acuto nella fase successiva all'evento.

Indice : Introduzione. - I. Disastri, incidenti ed eventi avversi in Italia. - Parte prima: Mente umana ed emergenza. - II. Processi psicologici nel pericolo. - III. Modelli teorici della crisi. - IV. Conseguenze psicosociali dopo un evento avverso. - Parte seconda: Il coinvolgimento di persone e comunità. - V. L'esperienza dei familiari delle vittime. - VI. L'esperienza degli operatori dell'emergenza. - VII. Le comunità nel disastro. - Parte terza: Ricerca e intervento in psicologia dell'emergenza. - VIII. Fare ricerca scientifica nei disastri. - IX. L'intervento psicosociale postevento. - X. La preparazione alle emergenze. - Riferimenti bibliografici. - Indice analitico.

Luca Pietrantoni insegna Psicologia dell'emergenza e degli eventi critici nella Facoltà di Psicologia e Psicologia giuridica nella Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Bologna. Ha pubblicato "La psicologia della salute" (Carocci, 2001). Gabriele Prati, psicologo, ha pubblicato "Il primo soccorso psicologico nelle maxi-emergenze e nei disastri: un manuale operativo" (con L. Pietrantoni e L. Palestini, Clueb, 2008).

Introduzione

I. Disastri, incidenti ed eventi avversi in Italia

1. Disastri e maxiemergenze
2. Classificazioni e caratteristiche dei disastri
3. Gli incidenti sui mezzi di trasporto e sul luogo di lavoro
4. Suicidi, omicidi e violenze interpersonali

Parte prima: Mente umana ed emergenza

II. Processi psicologici nel pericolo

1. Comportamenti e sopravvivenza
2. Reazioni psicofisiologiche
3. Dissociazione peritraumatica
4. Processi decisionali nell’evacuazione
5. I comportamenti collettivi nel pericolo
6. Le condizioni psicologiche in ambienti ostili

III. Modelli teorici della crisi

1. Teorie psicologiche sul disturbo da stress postraumatico
2. Teorie psicosociali sullo stress traumatico
3. Teorie sui fattori di protezione
4. Conclusioni

IV. Conseguenze psicosociali dopo un evento avverso

1. La salute mentale dopo eventi potenzialmente traumatici
2. Gli studi sulle conseguenze psicopatologiche di disastri e incidenti italiani
3. Gli effetti dei disastri sulle transizioni di vita
4. La resilienza
5. La crescita postraumatica

Parte Seconda: Il coinvolgimento di persone e comunità

V. L’esperienza dei familiari delle vittime

1. Reazioni alla perdita traumatica
2. Strategie di «coping» nel lutto
3. Lutto complicato e resilienza: fattori di rischio e di protezione
4. La comunicazione delle cattive notizie

VI. L’esperienza degli operatori dell’emergenza

1. Motivazioni, emozioni e strategie di «coping»
2. Lavoro di soccorso: aspetti negativi e positivi
3. Gruppi professionali specifici
4. Gestione del rischio e della sicurezza

VII. Le comunità nel disastro

1. Evoluzioni e fasi postdisastro
2. Rappresentazioni sociali e mediatiche
3. Riti collettivi dopo i disastri
4. La resilienza di comunità

Parte terza: Ricerca e intervento in psicologia dell'emergenza

VIII. Fare ricerca scientifica nei disastri

1. Obiettivi e disegni di ricerca
2. Ricerca valutativa di servizi e interventi
3. Metodi per il campionamento e strumenti di misura
4. Questioni etiche

IX. L’intervento psicosociale postevento

1. La valutazione: «needs assessment», «triage» e «screening»
2. «Critical incident stress management» e primo soccorso psicologico
3. Interventi di salute mentale a medio e lungo termine
4. I materiali psicoeducativi
5. Il supporto tra pari

X. La preparazione alle emergenze

1. Rischio, pericoli e comportamenti preventivi
2. «Bias» ottimistico e percezione del rischio
3. L’educazione dei cittadini: un modello cognitivo-sociale
4. La comunicazione del rischio
5. I sistemi di allertamento
6. Le esercitazioni e la loro funzione psicosociale

Riferimenti bibliografici

Indice analitico

 

 

 

 

Leggi anche

copertina Emergenza e psicologia
copertina Piccola etnologia del mangiare e del bere
copertina Perdonare
copertina Psicologia clinica per le professioni sanitarie