MARZIO BARBAGLI, UBERTO GATTI

Prevenire la criminalità

Come si è riusciti a scoraggiare gli autori dei graffiti sui vagoni della metropolitana di New York? E perché sono diminuiti furti e aggressioni in uno dei quartieri più malfamati di Londra? Prevenire gli atti di vandalismo e addirittura abbassare il numero dei reati è possibile? Gli autori del volume ci descrivono le diverse forme di prevenzione sperimentate nei paesi occidentali, con i loro successi e insuccessi, mostrando come tutte le strade finora percorse si fondino su precise scelte: dalla prevenzione precoce, che interviene sui bambini, sugli adolescenti e sulle loro famiglie, a quella sociale che mira a correggere le caratteristiche negative dell'ambiente, a quella "situazionale" in cui si punta soprattutto ad accrescere i rischi e a ridurre i benefici per gli autori dei delitti. Essi si soffermano inoltre sul sistema penale italiano e sui compiti della polizia, sottolineando come la certezza della pena - più che la sua durezza - e il coordinamento e l'efficienza delle forze dell'ordine, più che il numero dei poliziotti, svolgano un fondamentale ruolo preventivo, oltre che repressivo.

Marzio Barbagli insegna Sociologia nell'Università di Bologna. Tra le sue pubblicazioni più recenti per il Mulino, "Omosessuali moderni" (2001) e "Immigrazione e reati in Italia" (2002). Uberto Gatti insegna Criminologia nell'Università di Genova ed è presidente della Società italiana di criminologia. Tra le sue pubblicazioni "Criminologia" (con T. Bandini et al., Giuffrè, 2004) e "La criminalità in Italia" (con M. Barbagli, Il Mulino, 2002).

1. Cosa è la prevenzione della criminalità
2. La prevenzione precoce
3. La prevenzione sociale
4. La prevenzione situazionale
5. Il sistema penale
6. La polizia
Per saperne di più

Acquista:

e-book € 6,49
Formato:  ePub , Kindle
collana "Farsi un'idea"
pp. 136, 978-88-15-10537-0
anno di pubblicazione 2005

Leggi anche

copertina Sociologia della devianza
copertina L'analisi dell'azione deviante
copertina Devianza e criminalità
copertina L'economia cinese