Copertina Rifondazione comunista

Acquista:

prezzo di copertina € 25,00
a stampa € 20,00
collana "Studi e Ricerche"
pp. 384, Brossura, 978-88-15-09917-4
anno di pubblicazione 2004

SIMONE BERTOLINO

Rifondazione comunista

Storia e organizzazione

Il difficile percorso del Prc tra difesa dell'identità e necessità di alleanze nel sistema bipolare.

Nata nel 1991 da una costola del disciolto Pci, Rifondazione comunista viene per lo più dipinta come una piccola organizzazione di nostalgici del "socialismo reale". Nel 1996 il Prc conquista il voto di tre milioni e mezzo di elettori, diventando determinante per le sorti del primo governo progressista nella storia italiana. Da allora, Rifondazione è sopravvissuta al ritorno all'opposizione così come a una scissione e alla difficile prova delle elezioni del 2001. L'esplosione del movimento "no-global" ha poi spinto il partito ad intraprendere un processo di innovazione culturale e organizzativa profonda, nel tentativo di distaccarsi dall'eredità del vecchio partito comunista - un processo il cui approdo resta tuttora incerto. Ma come è nata Rifondazione? Come si è adattato il partito a un sistema politico in transizione come quello italiano dopo Tangentopoli? Quali dinamiche interne ne hanno condizionato le scelte politiche? Primo studio sistematico sul Prc, questo libro vuole dare una risposta a tali interrogativi. Sulla base di dati in gran parte inediti sono così illustrati le strutture nazionali del partito, l'organizzazione, la leadership, la presenza nelle istituzioni, le organizzazioni periferiche, il profilo degli iscritti e la cultura politica dei militanti, fino agli andamenti elettorali e ai rapporti con la società civile.

Simone Bertolino ha conseguito il Dottorato in Scienza politica presso l'Università degli Studi di Pavia. E' autore di diversi studi in materia di partiti politici.

Leggi anche

copertina Forza Italia. Strutture, leadership e radicamento territoriale
copertina Il Parlamento
copertina I partiti conservatori in Europa occidentale
copertina L'opinione pubblica