BULENT GOKAY

L'Europa orientale dal 1970 a oggi

La crisi dei regimi comunisti nel 1989-91 ha cambiato radicalmente lo scenario politico mondiale, obbligando l'Occidente a riconsiderare il proprio atteggiamento nei confronti dei paesi che aderivano al Patto di Varsavia. Questo volume ricostruisce il percorso che ha portato i paesi est-europei e balcanici ad uscire dal comunismo e la loro lunga transizione alla democrazia, tuttora in corso e lontana dall'aver assicurato una stabilizzazione all'area, che oggi si affaccia alla nuova realt? dell'Europa a venticinque. Dopo un'introduzione che fornisce il contesto geopolitico e un bilancio delle diverse interpretazioni sulle cause del crollo, l'autore affronta la storia politica dei vari paesi negli anni Settanta e Ottanta, poi si concentra sull'economia e i suoi problemi, largamente ritenuti i principali responsabili della crisi; descrive quindi il triennio che segn? il tracollo dei regimi comunisti, e termina con un'analisi complessiva della transizione, nella quale emerge in particolare la tragedia della Iugoslavia.

B?lent G?kay insegna Relazioni internazionali e dirige il programma di Studi europei nella Keele University, Gran Bretagna. Tra i suoi libri: "A Clash of Empires" (1997) e "The Politics of Caspian Oil" (2001).

Introduzione. Il contesto del cambiamento
1. L'Europa orientale dopo Stalin, 1953-69
2. La politica
3. Le economie dell'Est europeo
4. Il crollo
5. La transizione postcomunista: vecchi modelli e nuovi orientamenti
Cronologia
Carte
Letture consigliate
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 12,50
collana "Universale Paperbacks il Mulino"
pp. 192, 978-88-15-09855-9
anno di pubblicazione 2005

Leggi anche

copertina L'Europa orientale dal 1945 al 1970
copertina La guerra fredda
copertina I Balcani
copertina La Rivoluzione francese