il Mulino

-30% sui nuovi abbonamenti
con il codice RIVISTA30 fino al 31 gennaio

Copertina L'Europa orientale dal 1945 al 1970

Acquista:

non disponibile
collana "Universale Paperbacks il Mulino"
pp. 192, Brossura, 978-88-15-09688-3
anno di pubblicazione 2004

BEN FOWKES

L'Europa orientale dal 1945 al 1970

Una storia dell'Europa comunista negli anni cruciali della guerra fredda.

A non considerare i tre stati baltici (Estonia, Lettonia e Lituania) inglobati direttamente nell'Urss, furono otto gli stati dell'Europa orientale ad essere compresi nella sfera d'influenza sovietica alla fine della seconda guerra mondiale: Germania orientale, Cecoslovacchia, Polonia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Jugoslavia e Albania. Vi furono crisi e rotture: Jugoslavia e Albania si sottrassero nel tempo all'influenza dell'Urss, alla cui presa sfuggi anche la Romania. E tuttavia, malgrado periodiche, importanti rivolte, per quasi mezzo secolo gli equilibri rimasero quelli fissati dalla guerra. Il volume affronta in modo chiaro e sintetico la storia dell'Europa orientale nella sua fase "alta": l'instaurazione dei regimi nel dopoguerra, l'omologazione stalinista e il consolidamento dei diversi regimi sino alla fine degli anni Sessanta.

Specialista di storia russa, Ben Fowkes insegna nella University of North London. Ha pubblicato fra l'altro "The Post-communist Era. Change and Continuity in Eastern Europe" (1999) e "Ethnicity and Ethnic Conflict in the Post-communist World" (2002).

Prefazione
Introduzione. Il contesto
1. La presa del potere
2. L'imposizione dello stalinismo
3. L'apogeo del sistema staliniano
4. La destalinizzazione e il 1956
5. Un decennio di consolidamento
Conclusioni. Successi e fallimenti
Cronologia
Letture consigliate
Indice dei nomi

Leggi anche

copertina L'Europa orientale dal 1970 a oggi
copertina Il Parlamento europeo
copertina La Rivoluzione francese
copertina La guerra fredda