#iorestoacasa
Il sito internet e il magazzino del Mulino sono pienamente operativi. Faremo del nostro meglio per fornire tutta l’assistenza necessaria; per evadere il più rapidamente possibile l'elevato numero di ordini in arrivo, le domande sui tempi di consegna inviate a diffusione@mulino.it riceveranno risposta solo se la destinazione rientrasse nelle zone a ridotta operatività dei corrieri, soggette a continui aggiornamenti.

Il costo di spedizione per corriere di libri e fascicoli acquistati su www.mulino.it è ridotto da € 5,20 a € 3; l’invio per corriere è gratuito per acquisti di importo superiore a € 32.

SERGIO LUZZATTO

Ombre rosse

Il romanzo della Rivoluzione francese nell'Ottocento

Come l'Ottocento ha ricordato e raccontato la Rivoluzione francese.

Eventi fondatori, le rivoluzioni continuano dopo la loro fine. Nel caso della Rivoluzione francese, l'Ottocento dovette fare i conti con una problematica eredità fatta di libertà e di repressione, di eguaglianza e di arbitrio, di fraternità e di violenza. Ma le rivoluzioni continuano anche attraverso la vita di quanti, dopo averle fatte, sopravvivono a esse: secondo le circostanze, da "sommersi" o da "salvati". Così, sul paesaggio della Restaurazione e del Quarantotto si allungarono le ombre dei giacobini del Settecento, ombre rosse di fatica, di vergogna, di sangue. Uomini vecchi si incontrarono (o si scontrarono) con uomini giovani, con figli che si facevano adulti giudicando l'operato dei padri: riconoscendoli come eroi, denunciandoli come assassini. Se poi questi giovani si chiamavano Honoré de Balzac o Victor Hugo, capitava che i loro conti col passato divenissero capolavori letterari quali "Papà Goriot" o "I miserabili". La Rivoluzione francese ha invaso a tal punto l'Ottocento europeo che per scriverne l'avventura postuma non bastano allo storico gli usati ferri del mestiere: gli atti parlamentari, le carte di polizia, i giornali d'epoca; qui, Sergio Luzzatto deve attingere a una varietà di altre fonti - oltre ai romanzi, le storie e le memorie, i diari e le lettere, le caricature e le incisioni - per raccontare l'odissea di una rivoluzione interminabile.

Sergio Luzzatto insegna Storia moderna all'Università di Torino. Fra le sue pubblicazioni segnaliamo: "L'autunno della Rivoluzione" (Einaudi, 1994), "Il corpo del duce" (Einaudi, 1998), "Il Terrore ricordato" (Einaudi, 2000) e "La mummia della repubblica" (Rizzoli, 2001). Con Victoria de Grazia ha recentemente curato i due volumi del "Dizionario del fascismo" (Einaudi, 2002-3).

Acquista:

a stampa € 15,00
collana "Saggi"
pp. 200, 978-88-15-09622-7
anno di pubblicazione 2004
Von illustrazioni

Leggi anche

copertina La Rivoluzione francese
copertina L'industria della seta in Italia nell'età moderna
copertina Tempus
copertina Autoritratto di un linguista