ANTONIO GOLINI

La popolazione del pianeta

Dopo un lunghissimo periodo di crescita molto lenta, a partire dal XVIII secolo la popolazione mondiale comincia ad aumentare sempre più intensamente, raggiungendo 1 miliardo e 260 milioni nel 1850, 2 miliardi e mezzo nel 1950, più di 6 miliardi oggi. Il panorama che ne risulta è fortemente squilibrato: una crescita prossima allo zero nei ricchi paesi del Nord, tassi di incremento impetuosi in molti paesi dell'Africa e dell'Asia, un continente europeo molto invecchiato, disparità economiche, sociali e territoriali, flussi migratori, deterioramento dell'ambiente. E, infine, i "cavalieri dell'Apocalisse" che un tempo falcidiavano la popolazione continuano di tanto in tanto a riaffacciarsi. Il fattore demografico rimane comunque un problema globale. Insieme alle cifre essenziali, questo libro, ampiamente rivisto e aggiornato, illustra gli interrogativi centrali, le politiche, gli sforzi della comunità internazionale, l'impatto sociale e psicologico di una struttura demografica così profondamente modificata.

Antonio Golini, accademico dei Lincei, è stato Presidente della Commissione Onu su Popolazione e Sviluppo. Insegna Demografia nell'Università di Roma "La Sapienza" e alla Luiss.

Introduzione. Sei miliardi di persone
1. Il meccanismo della grande crescita demografica
2. Il problema della popolazione nel XX secolo, la sua percezione e le politiche
3. Cina e India: i paesi miliardari
4. Una implosione demografica per l'Europa?
5. L'invecchiamento della popolazione
6. Le migrazioni internazionali
7. Popolazione, sviluppo e ambiente
Conclusione. Un problema anche nel XXI secolo?
Appendice. Popolazione e indicatori demografici di tutti i paesi del mondo
Per saperne di più

Acquista:

a stampa € 11,00
generalmente disponibile in 2-3 settimane
e-book € 6,49
Formato:  Kindle , ePub
collana "Farsi un'idea"
pp. 144, 978-88-15-09368-4
anno di pubblicazione 2003

Leggi anche

copertina Elementi di demografia
copertina L'energia pulita
copertina Demografia ed economia
copertina Il rendimento scolastico