Giulio Giorello, autore e amico del Mulino


di Redazione Sitomulino
16 Jun 2020

Un apparente paradosso stabilì il primo incontro di Giorello col Mulino. Poteva apparire una bizzarria affidargli il libro "Lussuria" nella collana sui vizi capitali diretta da Carlo Galli:  cosa ha a che vedere la filosofia della scienza con la passione di Don Giovanni?

Un’inarrestabile cupiditas scientiae che Giulio ha sempre esercitato anche nell’abbattere gli steccati tra cultura umanistica e cultura scientifica, riuscendo ad articolare e a mettere  in dialettica  - come un uomo del Rinascimento - queste due visioni di mondo. E proprio in questa ottica Giorello ci ha sostenuto nei  sentieri della divulgazione scientifica al Mulino, portando avanti un’idea di scienza come parte di  un unico discorso culturale - un scienza che si fa essa stessa cultura -  e aiutandoci a far crescere questa consapevolezza nel nostro pubblico più tradizionale.

Ci mancherà la sua guida sicura e capace di andare oltre i recinti tra le discipline. Aperto a improvvise scorribande del pensiero, rigoroso nel portare la sua impostazione epistemologica nei vari campi del sapere, generoso, vigile, sempre autentico. Abbiamo perso una delle voci più originali e libere del nostro tempo.

Ricordiamo i libri che ha pubblicato con noi:

Lussuria

La matematica della natura con Vincenzo Barone

Errore con Pino Donghi

 

(foto: CC BY-SA 4.0 autore: Niccolò Caranti)

Agenda

Newsletter

Per restare informati sulle novità editoriali e le iniziative culturali nelle diverse aree di interesse.

eventi

Eventi

Gli eventi sono come le pagine di un libro, si sfogliano una dopo l’altra, si apprezzano, si commentano, ci emozionano e, a volte, ci fanno sognare.