il Mulino

Copertina Ordoliberalismo

Acquista:

a stampa € 40,00
e-book € 24,99
Formato:  ePub
collana "Studi e Ricerche"
pp. 568, Brossura, 978-88-15-29474-6
anno di pubblicazione 2022

ADELINO ZANINI

Ordoliberalismo

Costituzione e critica dei concetti (1933-1973)

In molte delle analisi che accompagnano le vicende dell’Europa odierna, «ordoliberalismo» ed «economia sociale di mercato», intesi come un’unica dottrina, sono i termini a cui più spesso si ricorre per definire concetti politici e principi economici sorretti da forme ideologiche derivate dal predominio del cosiddetto «modello tedesco» e come tali canonizzate nei Trattati europei. Quale che sia il senso di ricondurre a una sintesi novecentesca, centrata sullo Stato-nazione, i molti problemi che nell’Europa contemporanea sono frutto sì di un’ideologia neoliberale, ma ibrida, legittimata da una logica sistemica «governamentale», l’autore ritiene essere concettualmente comunque semplificatorio invocare un’unitarietà dottrinale di fatto problematica. Sarebbe piuttosto utile procedere per differenze, onde cogliere ciò che distingue ordoliberalismo (W. Eucken, F. Böhm) ed economia sociale di mercato (A. Müller-Armack), in un arco temporale che va dalla crisi di Weimar al secondo dopoguerra tedesco, sino a giungere a lambire la crisi degli anni Settanta del Novecento europeo. L’intento non può che essere storico-concettuale; ma l’ambizione è anche quella di indirizzare uno sguardo politico più disincantato e radicale verso l’Europa.

Adelino Zanini insegna Filosofia politica e Storia del pensiero economico all’Università politecnica delle Marche. Autore di numerose opere, tra cui «Filosofia economica. Fondamenti economici e categorie politiche» (2005; trad. ingl. 2008), per il Mulino ha pubblicato «Principi e forme delle scienze sociali. Cinque studi su Schumpeter» (2013) e curato l’edizione italiana di J.A. Schumpeter, «Il fenomeno fondamentale dello sviluppo economico. Due capitoli dalla Theorie der wirtschaftlichen Entwicklung (1911)» (2015).

Introduzione
I. Dalla morfogenesi economica alla Wirtschaftsordnung. Walter Eucken
1. La grande antinomia
2. Sistemi economici
3. Di un ordnungspolitisches Problem
4. Che cos’è la Wettbewerbsordnung?
5. Chi è il custode della Wettbewerbsordnung?
6. Strutture normative e circolari. Di una crescita lenta
II. Concorrenza e «potere privato». I caratteri giuridici della Wirtschaftsordnung. Franz Böhm
1. Concorrenza necessaria
2. Profili giuridici
3. Una competizione effettiva
4. Una «decisione totale»
5. Wirtschaftsordnung e Staatsverfassung
6. Ambigua Mitbestimmung: tra democrazia politica e democrazia economica
7. Per una società fondata sul diritto privato
III. Dentro e oltre la Wirtschaftsordnung ordoliberale. Sul concetto di Soziale Marktwirtschaft. Alfred Müller-Armack
1. Radici eterotrofe: interludio breve
2. Il culto del colossale, l’età del provvisorio: Wilhelm Röpke
3. Vitalpolitik e grande politica: Alexander Rüstow
4. Storia e dinamica: crisi delle scienze sociali e nuova antropologia filosofica
5. Economia e religione: di una Spannung irrisolta fra trascendenza e immanenza
6. Per una sociologia del presente
7. Genealogia e struttura del concetto di Soziale Marktwirtschaft
8. La seconda fase della Soziale Marktwirtschaft
9. Germania, Europa
Conclusioni
Riferimenti bibliografici citati
1. Fonti primarie
2. Altre fonti
3. Fonti giuridiche e normative
Indice dei nomi

Leggi anche

copertina Cinque domande sull'Italia
copertina Supersocietà
copertina L'Occidente e la nascita di una civiltà planetaria
copertina Figure di apocalisse