Letture al sole: -5% su tutti i libri, spese di spedizione ribassate e invio gratuito oltre € 39 fino al 25 agosto >>> SCOPRI

Copertina Lezioni di diritto del lavoro

Acquista:

prezzo di copertina € 29,00
a stampa € 27,55
collana "Manuali"
pp. 336, Brossura, 978-88-15-29398-5
anno di pubblicazione 2022

ANTONIO DI STASI, STEFANO GIUBBONI, VITO PINTO

Lezioni di diritto del lavoro

Il volume espone la disciplina dei rapporti di lavoro individuali e collettivi adottando un approccio interdisciplinare. Dopo aver riassunto le ragioni storiche che hanno portato alla nascita e allo sviluppo del diritto del lavoro – evidenziando le oscillazioni dello Stato italiano nei confronti dei problemi del lavoro e della questione sociale – il manuale si concentra sulla spiegazione del dato normativo, a partire dall’assetto degli interessi determinato dalle diverse opzioni regolative e tenendo conto dei principali apporti giurisprudenziali. La trattazione si articola in «lezioni» che aiutano lo studente a orientarsi con sicurezza di fronte alle questioni empiriche. L’approccio funzionale alla materia rende il manuale adatto anche a percorsi di studio diversi da quelli prettamente giuridici.

Indice del volume: Premessa. - PARTE PRIMA: FONTI, PRINCIPI, TENDENZE. - I. Origine ed evoluzione del diritto del lavoro. - II. Sovranità statale e dinamiche economiche globali. - PARTE SECONDA: LA DIMENSIONE COLLETTIVA. - III. Libertà e rappresentanza sindacale. - IV. L’attività sindacale nei luoghi di lavoro. - V. Il contratto collettivo. - VI. La contrattazione collettiva nel diritto comune e nelle più recenti disposizioni legislative. - VII. Sindacato e sistema politico. - VIII. Il conflitto collettivo e il diritto di sciopero. - PARTE TERZA: LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI INDIVIDUALI E LE TUTELE DEL LAVORATORE. - IX. La subordinazione e la qualificazione dei rapporti di lavoro. - X. Il contratto di lavoro subordinato. - XI. Il mercato del lavoro. - XII. I rapporti flessibili di lavoro. - XIII. I poteri del datore di lavoro. - XIV. Le mansioni esigibili dal lavoratore e il loro mutamento. - XV. Il tempo e il luogo della prestazione di lavoro. - XVI. L’inserimento del lavoratore nell’organizzazione altrui. - XVII. La tutela previdenziale per gli infortuni sul lavoro e il risarcimento del danno. - XVIII. La retribuzione. - XIX. Parità di trattamento e contrasto alle discriminazioni sui luoghi di lavoro. - XX. Le garanzie dei diritti del lavoratore. - XXI. La sospensione del rapporto di lavoro. - XXII. La cessione del contratto di lavoro e il trasferimento di azienda. - XXIII. L’estinzione del rapporto di lavoro. - XXIV. I licenziamenti collettivi e le riduzioni collettive di personale. - XXV. I rimedi contro il licenziamento illegittimo. - XXVI. La tutela contro la disoccupazione e il reddito di cittadinanza.

Antonio Di Stasi insegna Diritto del lavoro nell’Università Politecnica delle Marche. Fra l’altro ha pubblicato «Ammortizzatori sociali e solidarietà post industriale» (Giappichelli, 2013) e «Diritto del lavoro e della previdenza sociale. Manuale breve» (Giuffrè, 202016). Stefano Giubboni insegna Diritto del lavoro nell’Università di Perugia. Fra l’altro ha pubblicato «Diritto del lavoro europeo» (Wolters Kluwer, 2017), «Anni difficili. I licenziamenti in Italia in tempi di crisi» (Giappichelli, 2020); con il Mulino: «Diritti sociali e mercato» (2003) e «Diritti e solidarietà in Europa» (2012). Vito Pinto insegna Diritto del lavoro nelle Università di Bari e Cattolica di Tirana (Albania). Tra i suoi studi, «I gruppi societari nel sistema giuridico del lavoro» (Cacucci, 2005) e «Lavoro subordinato flessibile e lavoro autonomo nelle amministrazioni pubbliche» (Cacucci, 2013). È componente del Consiglio Direttivo dell’Associazione italiana di diritto del lavoro e della sicurezza sociale.

Premessa
PARTE PRIMA. FONTI, PRINCIPI, TENDENZE
I. Origine ed evoluzione del diritto del lavoro
1. Il lavoro subordinato nelle rivoluzioni liberali
2. L’età post-unitaria
3. Il periodo fascista
4. Costituzione, pluralismo sindacale e apertura internazionale
5. La legislazione post-costituzionale
6. La fine del Novecento e la riconfigurazione delle prerogative statali in economia
II. Sovranità statale e dinamiche economiche globali
1. Globalizzazione economica e diritto statale
2. Globalizzazione economica e Stato sociale
3. La difficoltà di una risposta a livello sovranazionale
4. Attori collettivi transnazionali
5. Gli scenari dopo la pandemia
PARTE SECONDA. LA DIMENSIONE COLLETTIVA
III. Libertà e rappresentanza sindacale
1. Libertà sindacale e libero mercato
2. Gli albori del movimento sindacale in Italia
3. La libertà sindacale
3.1. (segue) ... nelle fonti internazionali
3.2. (segue) ... nella Costituzione e nello Statuto dei diritti dei lavoratori
3.3. La libertà sindacale negativa e il divieto di sindacati di comodo
4. La struttura organizzativa dei sindacati in Italia
5. Rappresentanza e rappresentatività sindacale
6. La maggiore rappresentatività sindacale
7. Il sindacato comparativamente più rappresentativo
8. La rappresentatività delle associazioni sindacali dei datori di lavoro
IV. L’attività sindacale nei luoghi di lavoro
1. Il sostegno legislativo all’attività sindacale sui luoghi di lavoro. Lo Statuto dei diritti dei lavoratori
2. L’art. 19 Stat. lav. e la giurisprudenza costituzionale
3. Il modello «negoziato» delle Rappresentanze sindacali unitarie (RSU)
4. I diritti sindacali
5. La repressione della condotta antisindacale
V. Il contratto collettivo
1. Il contratto collettivo come prodotto della «società del lavoro»
2. Il contratto collettivo come espressione della libertà sindacale costituzionalmente garantita
3. Le diverse funzioni assolte dalle pattuizioni collettive
4. L’efficacia del contratto collettivo nel tempo
5. L’interpretazione e la violazione delle clausole collettive
6. La regola dell’inderogabilità in peius alla luce degli artt. 2077 e 2113 c.c.
VI. La contrattazione collettiva nel diritto comune e nelle più recenti disposizioni legislative
1. L’inquadramento del contratto collettivo nel diritto comune delle obbligazioni e l’estensione dell’ambito di efficacia nell’elaborazione giurisprudenziale o per rinvio legislativo
2. I contratti c.d. pirata
3. I contratti collettivi a efficacia generalizzata: dalla legge 741/1959 ai contratti di prossimità
4. L’applicazione «per via volontaria» del contratto collettivo
5. La funzione gestionale demandata dalla legge al contratto collettivo
6. L’articolazione dei livelli contrattuali e il rapporto fra contratti collettivi di diverso livello
7. La contrattazione aziendale e territoriale
8. Il problema dell’efficacia dei contratti aziendali
9. La contrattazione di prossimità
10. La fungibilità dei livelli contrattuali nel Jobs Act
VII. Sindacato e sistema politico
1. Il ruolo dello Stato nelle dinamiche sindacali
2. La fase della concertazione sociale
3. Il dialogo sociale nell’architettura istituzionale dell’Unione europea
4. Modelli partecipativi e «bilateralismo»
VIII. Il conflitto collettivo e il diritto di sciopero
1. Inquadramento storico e teorizzazione dello sciopero come mezzo di lotta politica
2. Il diritto di sciopero e la giurisprudenza costituzionale
3. Sciopero «anomalo» e serrata
4. I limiti al diritto di sciopero
5. Lo sciopero nei servizi pubblici essenziali
5.1. Gli accordi sulle prestazioni indispensabili
5.2. Le sanzioni
5.3. La Commissione di garanzia
5.4. La precettazione
PARTE TERZA. LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI INDIVIDUALI E LE TUTELE DEL LAVORATORE
IX. La subordinazione e la qualificazione dei rapporti di lavoro
1. La questione della subordinazione
2. La subordinazione nella prassi giurisprudenziale
3. Le collaborazioni coordinate dal committente
4. Le collaborazioni coordinate e continuative
5. I contratti di lavoro autonomo e la tutela di cui alla legge 81/2017
X. Il contratto di lavoro subordinato
1. Il contratto di lavoro subordinato: le parti e l’accordo
2. La certificazione
3. La causa e l’oggetto
4. La forma e gli obblighi di informazione
5. Gli elementi accidentali. Il patto di prova e di non concorrenza
6. Gli obblighi accessori. Il c.d. obbligo di fedeltà
XI. Il mercato del lavoro
1. Mercato del lavoro e servizi per l’impiego
2. La libertà di assunzione e l’obbligo di comunicazione
3. L’assetto e gli ambiti di intervento dei pubblici poteri
4. I Centri per l’impiego e le misure di politica attiva del lavoro
5. Il collocamento mirato dei disabili
6. Gli operatori privati autorizzati o accreditati
7. La somministrazione di manodopera
8. L’assunzione degli extracomunitari
XII. I rapporti flessibili di lavoro
1. La domanda di lavoro «flessibile» e la differenziazione degli schemi negoziali di assunzione
2. L’assunzione a termine
2.1. La durata massima dell’impiego e i diritti di precedenza
2.2. La disciplina del rapporto e il campo di applicazione delle tutele
3. L’impiego a tempo parziale
4. Il contratto di lavoro intermittente
5. L’ingaggio per lavori saltuari: il libretto di famiglia e il contratto per prestazioni occasionali
6. Il contratto di apprendistato
XIII. I poteri del datore di lavoro
1. Poteri datoriali e implicazione personale del lavoratore nel rapporto
2. Il potere direttivo. La diligenza e l’obbedienza del lavoratore
3. Il controllo sull’esecuzione del lavoro
4. I controlli necessari per esigenze organizzative e produttive o per la tutela del patrimonio aziendale
5. Gli accertamenti sanitari
6. Il divieto di indagini sulle opinioni del lavoratore
7. Il potere disciplinare
XIV. Le mansioni esigibili dal lavoratore e il loro mutamento
1. L’inquadramento e la classificazione dei lavoratori
2. Le categorie legali e contrattuali
3. Il potere del datore di lavoro di variare le mansioni
4. La variazione concordata delle mansioni
5. L’obbligo del datore di lavoro di modificare le mansioni
XV. Il tempo e il luogo della prestazione di lavoro
1. Il tempo di lavoro
1.1. La durata, la collocazione e l’articolazione dell’orario di lavoro
1.2. Le pause, i riposi e le ferie
2. La determinazione e la variazione del luogo di lavoro
3. Il distacco dei lavoratori
4. Il c.d. distacco transnazionale dei lavoratori
5. La dislocazione del lavoro manifatturiero fuori dalla fabbrica: il lavoro a domicilio
6. La dislocazione del lavoro per il tramite di tecnologie informatiche: il telelavoro e il lavoro agile (c.d. smart working)
XVI. L’inserimento del lavoratore nell’organizzazione altrui
1. L’obbligo di sicurezza e l’art. 2087 c.c.
2. La responsabilità del datore di lavoro
3. Il sistema normativo della sicurezza sul lavoro
3.1. L’ambito soggettivo di applicazione del t.u. sulla sicurezza nei luoghi di lavoro
3.2. Gli obblighi di sicurezza
3.3. La partecipazione dei lavoratori al sistema della sicurezza
4. Il mobbing e le molestie sessuali
4.1. Il mobbing
4.2. Le molestie sessuali sul luogo di lavoro
XVII. La tutela previdenziale per gli infortuni sul lavoro e il risarcimento del danno
1. L’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali
2. L’infortunio sul lavoro
3. La malattia professionale
4. Le attività protette e le persone assicurate
5. L’inabilità permanente e temporanea alla luce del nuovo sistema indennitario
6. Il finanziamento dell’assicurazione obbligatoria
7. La regola dell’esonero e il risarcimento del danno differenziale
XVIII. La retribuzione
1. La retribuzione
2. La retribuzione a tempo, la retribuzione a cottimo e le altre tecniche retributive
3. Le funzioni dell’autonomia collettiva nella materia retributiva
4. La struttura della retribuzione
5. L’art. 36 Cost. e la «correzione» dello scambio individuale
6. Il pagamento della retribuzione
7. Il trattamento di fine rapporto
XIX. Parità di trattamento e contrasto alle discriminazioni sui luoghi di lavoro
1. Il divieto di discriminazione nel rapporto di lavoro
2. Il sesso e l’età: la tutela differenziata del lavoro femminile e minorile
2.1. La disciplina del lavoro dei minori
2.2. Il lavoro femminile
3. La discriminazione per ragioni di razza e origine etnica
XX. Le garanzie dei diritti del lavoratore
1. La disciplina delle rinunce e delle transazioni
2. La prescrizione e la decadenza
3. Privilegi e garanzie a tutela dei crediti di lavoro
4. Il Fondo di garanzia presso l’INPS
5. La tutela del credito: rivalutazione e calcolo degli interessi legali
6. La responsabilità solidale negli appalti
7. Le clausole sociali negli appalti pubblici
8. La responsabilità solidale nel trasferimento di azienda
9. La vigilanza e le competenze del ministero del Lavoro
XXI. La sospensione del rapporto di lavoro
1. La sospensione del rapporto di lavoro in generale
2. La malattia e l’infortunio
3. La maternità e la paternità
4. La cura dei congiunti
5. Le funzioni pubbliche elettive e le cariche sindacali
6. La Cassa integrazione guadagni
7. I fondi bilaterali di solidarietà
XXII. La cessione del contratto di lavoro e il trasferimento di azienda
1. La cessione del contratto di lavoro subordinato
2. Il trasferimento dell’azienda o di una sua parte
3. Il confronto sindacale sul progetto di trasferimento
4. Gli effetti della vicenda traslativa sui rapporti individuali di lavoro
5. Gli effetti sui rapporti di lavoro in caso di trasferimento di imprese in crisi
XXIII. L’estinzione del rapporto di lavoro
1. L’estinzione del rapporto di lavoro in generale
2. La risoluzione consensuale
3. Il recesso unilaterale
3.1. Le dimissioni del lavoratore
3.2. Il licenziamento
XXIV. I licenziamenti collettivi e le riduzioni collettive di personale
1. Il fenomeno della riduzione del personale e la nozione di licenziamento collettivo
2. La procedura di licenziamento collettivo
3. La scelta dei lavoratori da licenziare
4. Vizi e impugnazione
5. Liquidazione giudiziale dell’impresa e rapporti di lavoro
XXV. I rimedi contro il licenziamento illegittimo
1. Le ipotesi di illegittimità del licenziamento e i tipi di rimedi
2. Il regime delle tutele contro i licenziamenti individuali illegittimi
2.1. Il quadro normativo dal 1966 al 2012
2.2. La legge Fornero del 2012
2.3. La disciplina del Jobs Act del 2015
2.4. Le novità del 2018
3. Il regime sanzionatorio per i vizi dei licenziamenti collettivi
XXVI. La tutela contro la disoccupazione e il reddito di cittadinanza
1. La tutela previdenziale del reddito da lavoro in generale
2. Le misure di prevenzione della disoccupazione
3. Le misure per il caso di disoccupazione involontaria
3.1. L’assicurazione contro la disoccupazione involontaria
4. Il reddito di cittadinanza

Leggi anche

copertina Corso di diritto pubblico
copertina Perché ridiamo
copertina Quando l'importante è vincere
copertina Dodici