il Mulino

Copertina Studiare da straniero

Acquista:

prezzo di copertina € 20,00
a stampa € 16,00
e-book € 14,99
Formato:  ePub
collana "Studi e Ricerche"
pp. 208, Brossura, 978-88-15-29336-7
anno di pubblicazione 2021

CAMILLA BORGNA

Studiare da straniero

Immigrazione e diseguaglianze nei sistemi scolastici europei

Perché parlare ancora di diseguaglianze scolastiche, e perché farlo dalla prospettiva degli studenti stranieri? Come ha mostrato anche la crisi pandemica, il nostro sistema formativo resta distante dall’ideale di pari opportunità: il contesto familiare continua a incidere fortemente sulle possiblità di apprendimento e di realizzazione di studenti e studentesse, producendo divari che la scuola non è in grado di appianare. Per chi ha origini straniere, gli ostacoli sono anche maggiori. Eppure, i figli degli immigrati rappresentano il futuro delle nostre società, afflitte dall’invecchiamento demografico: in Italia, nella scuola primaria, un alunno su dieci è ormai di origine immigrata. Allo stesso tempo, la crescente emigrazione italiana fa sì che sempre più spesso, in Europa, gli stranieri sui banchi siamo noi. Partendo dai più recenti studi internazionali, l’autrice ricostruisce i divari educativi fra studenti stranieri ed autoctoni in Europa e si interroga sul ruolo che le istituzioni possono giocare nel ridurli.

Camilla Borgna è Assistant professor in Sociologia al Collegio Carlo Alberto dell’Università degli Studi di Torino, dove insegna Sociologia del lavoro e Valutazione delle politiche pubbliche.

Introduzione
I. Perché parlare (ancora) di diseguaglianze scolastiche
1. Stessa scuola, opportunità diverse
2. Dai genitori ai figli
3. Una scuola che «chiede ciò che non dà»
4. Quali orizzonti di scelta?
5. Gli studenti stranieri: doppiamente penalizzati?
5.1. Una questione di definizioni
5.2. Fra vecchie e nuove diseguaglianze
II. Sistemi scolastici e diseguaglianze
1. Tratti comuni e differenze dei sistemi di istruzione contemporanei
2. Sistemi di istruzione come regimi
3. Sistemi di istruzione come strutture di opportunità
4. Una panoramica sugli attuali sistemi scolastici europei
III. Stranieri sui banchi in Europa
1. Quanti sono gli stranieri in Europa? Quanto e dove studiano?
2. Benvenuti, ma dove?
3. Un passo (o due) indietro
3.1. Utilità dei test standardizzati
3.2. Chi prima arriva meglio alloggia
3.3. Quanto pesa la classe sociale
3.4. Dimmi come ti chiami e ti dirò se sei bravo
4. Il cuore oltre l'ostacolo
4.1. Traiettorie formative
4.2. Risorse nascoste: aspirazioni e reti etniche
IV. Quali sistemi sono più inclusivi?
1. «Volevamo braccia, arrivarono persone»
1.1. Modelli e politiche di integrazione
1.2. Verso una convergenza europea
1.3. Implicazioni per i figli di immigrati
2. Paesi di origine e di destinazione: possibili confronti
2.1. Minoranze modello?.
2.2. Una partenza, tanti arrivi
2.3. Chi erano in patria?
3. L’importanza del contesto scolastico
3.1. Inclusione precoce
3.2. Il ruolo ambiguo del tracking
3.3. Segregazione scolastica e residenziale
Conclusioni
Riferimenti bibliografici
Indice dei nomi

Leggi anche

copertina Cinque domande sull'Italia
copertina Supersocietà
copertina L'Occidente e la nascita di una civiltà planetaria
copertina Figure di apocalisse