il Mulino

BLACK WEEK: FINO AL 25 NOVEMBRE
-5% E CONSEGNA GRATUITA SU TUTTO IL CATALOGO, NOVITA' COMPRESE

Copertina Il sistema politico italiano

Acquista:

a stampa € 12,00
e-book € 6,49
Formato:  ePub
collana "Farsi un'idea"
pp. 176, Brossura, 978-88-15-29193-6
anno di pubblicazione 2021

CARLO GUARNIERI

Il sistema politico italiano

Un paese e le sue crisi

Negli ultimi decenni l’Italia è andata incontro a trasformazioni radicali. Anche se la cornice costituzionale è rimasta in gran parte immutata, le leggi elettorali sono state più volte riformate, mentre il sistema dei partiti è uscito sconvolto dall’emergere di nuovi protagonisti; allo stesso tempo, istituzioni come la presidenza della Repubblica e la magistratura hanno continuato a svolgere un ruolo cruciale. È uno scenario fatto di mutamenti ma anche di continuità, di difficili sfide – non ultima la pandemia – e di inattese «ripartenze» quello che si va tratteggiando in questa nuova edizione aggiornata: tutti elementi che confermano ancora una volta la complessità del caso italiano.

Carlo Guarnieri ha insegnato Sistema politico italiano e Sistemi giudiziari comparati presso l’Università di Bologna. Con il Mulino ha pubblicato «Giustizia e politica in Italia» (2003), «La giustizia in Italia» (20112) e «Il sistema giudiziario» (con Patrizia Pederzoli, 2017).

Introduzione
I. Prima della Repubblica
L'unificazione.
Le regole del gioco: lo Statuto.
Le elezioni: destra e sinistra, socialisti e cattolici.
La Grande guerra e la crisi del regime liberale.
Il regime fascista.
II. La Repubblica proporzionale
25 luglio 1943.
Le nuove regole del gioco: la Costituzione del 1948.
Elezioni, partiti e sistema partitico.
Le istituzioni: parlamento e governo.
Le radici della crisi: i piedi d’argilla del gigante.
III. La Repubblica (quasi) maggioritaria
La crisi del 1992.
Le nuove regole elettorali.
Le elezioni del maggioritario.
Il sistema partitico: da tre a due poli.
I mutamenti istituzionali.
IV. La Repubblica dei premi
Il «Porcellum».
Le elezioni del 2006 e del 2008.
La crisi del 2011 e lo stallo del 2013.
I punti di crisi.
V. Verso quale Repubblica?
Il fallimento delle riforme
2018: la vittoria dei populisti e il nuovo trasformismo.
La crisi del sistema partitico.
La permanente influenza dei poteri neutrali.
Un assetto sempre fragile.
Per saperne di più

Leggi anche

copertina Il debito pubblico
copertina La pubblica amministrazione
copertina La burocrazia
copertina L'economia italiana nell'età della globalizzazione