Fino al 25 luglio -30% sugli e-book / -5% sui libri
spedizione gratuita per corriere a partire da € 32
.

UMBERTO CURI

La morte del tempo

Due occhi sbarrati, braccia e gambe rinsecchite, mani violentemente serrate intorno a una preda, la sagoma di un corpo mutilato, una bocca spalancata che sembra accompagnare con un urlo il pasto cannibalico. È «Saturno che divora suo figlio», una delle 14 pinturas negras realizzate da Francisco José Goya intorno al 1820, dove Saturno è l’immagine del tempo che per sopravvivere consuma e distrugge, rincorrendo forsennato la propria stessa fine. Siamo davanti a una delle opere più influenti sugli sviluppi successivi dell’arte moderna, intorno alla quale molto resta ancora da chiarire. Un incubo denso di misteri che evoca potentemente il legame inscindibile fra il tempo e la morte.

Umberto Curi è professore emerito di Storia della filosofia presso l’Università degli Studi di Padova. Tra i suoi saggi recenti: «Le parole della cura. Medicina e filosofia» (Raffaello Cortina, 2017), «Il colore dell’inferno. La pena tra vendetta e giustizia» (Bollati Boringhieri, 2019) e «Film che pensano» (Mimesis, 2020).

Premessa
I. La Quinta del sordo
II. Aion e chronos
III. Un dio terribile
IV. Alle origini del Padre Tempo
V. Il tempo morente
VI. Devorando a su hijo
VII. Profeta dell’irrimediabile
VIII. Un incubo denso di misteri
IX. Aun aprendo

Acquista:

a stampa € 12,00
e-book € 8,49
Formato:  ePub , Kindle
collana "Voci"
serie "Icone"
pp. 140, Brossura, 978-88-15-29173-8
anno di pubblicazione 2021

Leggi anche

copertina Le donne di Dante
copertina Parola di Dante
copertina Storie di parole nuove
copertina Eroi dell'amore